Esperienze

Pedoni ad alto rischio
sulle nostre strade

Ben 8.000 sono i morti e 205.000 feriti in Italia dal 2001.E l'Aci, oltre ai dati, presenta un manuale sulla sicurezza degli attraversamenti

Strade più sicure, ma non per i pedoni: a fronte di una diminuzione complessiva del 19,6% degli incidenti negli ultimi 10 anni in Italia, gli investimenti di pedoni sono aumentati dell’1,4%. Dal 2001 al 2010 si sono contati oltre 8.000 morti e 205.000 feriti tra gli utenti più vulnerabili della strada. Il peso percentuale degli investimenti sul totale degli incidenti stradali è in aumento: dal 7,2% del 2001 al 9,1% del 2010. 

Lo sviluppo tecnologico delle autovetture ha contribuito a una forte riduzione delle vittime tra i pedoni (-40,5% in 10 anni, in linea con l’andamento generale della mortalità sulla strada), ma i feriti sono aumentati del 2% rispetto al 2001 anche a causa del mancato ammodernamento della rete infrastrutturale, soprattutto urbana. Lo dimostra il fatto che un investimento su quattro avviene sulle strisce, spesso per segnaletica inadeguata, scarsa illuminazione o vetture di intralcio in sosta vietata.

Questi numeri sono stati illustrati a Roma dall’Automobile Club d’Italia nel workshop sulla sicurezza dei pedoni, durante il quale è stato presentato un manuale dal titolo “Linee Guida per la progettazione degli attraversamenti pedonali”, frutto dell’esperienza dell’Aci come promotore e capofila nell’EPCA–EuroTEST, il programma internazionale per la sicurezza dei pedoni che coinvolge 18 Automobile Club di 17 Paesi. 

«Serve una strutturata politica comunitaria – ha dichiarato il presidente dell’Aci, Enrico Gelpi – che uniformi le legislazioni nazionali per la sicurezza stradale, soprattutto in ambito urbano a tutela dei pedoni. Vanno definite regole uguali in Europa per tutti: progettisti, costruttori, conducenti e pedoni. L’Onu, la Federazione Internazionale dell’Automobile e gli Automobile Club internazionali, tra cui l’Aci, si stanno già adoperando in un decennio di azioni per la sicurezza stradale, finalizzato al dimezzamento delle vittime entro il 2020».

Lo studio presentato dall’Aci promuove un innovativo know how per la progettazione e la realizzazione degli attraversamenti pedonali, basato sull’analisi delle migliori esperienze europee e finalizzato all’incremento della sicurezza dei pedoni. L’obiettivo è anche la definizione di criteri uniformi per la normativa europea sugli attraversamenti pedonali.

La ricetta dell’Automobile Club d’Italia per la sicurezza dei pedoni prevede: un semaforo con countdown che indichi ai pedoni il tempo a disposizione per l’attraversamento; l’accessibilità per tutti, con rampe più sicure e dispositivi specifici per le utenze deboli; la visibilità pedone-conducente con appositi layout per i marciapiedi e illuminazione artificiale dedicata; una segnaletica qualitativamente migliore, più percepibile dagli utenti e più duratura nel tempo. 

Il manuale, pubblicato sul sito dell'Aci, si articola in quattro sezioni in cui si esaminano le normative in materia di attraversamenti pedonali in Italia, in Europa e nel mondo, con focus su Svizzera, Francia, Gran Bretagna, Usa, Australia, India e Nuova Zelanda.

Vengono poi analizzate le caratteristiche funzionali degli attraversamenti pedonali con indicazioni sui criteri di progettazione: quando occorre un attraversamento, quale tipologia scegliere e dove posizionarla. Lo studio riporta anche molti schemi grafici degli elementi costruttivi che compongono un attraversamento pedonale.

Completa il documento un vademecum con le più corrette norme di comportamento per i pedoni. Ecco le principali: non attraversare improvvisamente; manifestare chiaramente ai conducenti la volontà di attraversare; avanzare solo se non sopraggiungono altri veicoli o questi si fermano; prevedere un errore del conducente. Una raccomandazione anche ai conducenti: concedere sempre la precedenza a chiunque manifesti l’intenzione di attraversare la strada.

16 Novembre 2011

Share |

Articoli correlati

NeWage, la sfida ecologica di Lidia

Il portale con un concorso fotografico e con l'aiuto di Volla Music Festival vuole raccogliere fondi per la ricostruzione della Città della Scienza

La mobilitazione per la Città della Scienza

Istituzioni, Parlamento europeo, politici hanno preso l'impegno per la ricostruzione. E già da aprile una parte della struttura è stata riaperta

Flora, fauna e nuove tendenze a Floracult

La quarta edizione si è conclusa con un grande successo di pubblico. Oltre 100 espositori, mostre, piante inedite e lezioni

Il taglio del nastro

Le radici dell’Afghanistan

Il ruolo dell’agricoltura nel processo di transizione. Una fattoria modello a Urdu Khan, nella zona di Herat,valorizza il patrimonio vegetale afghano

Il decalogo del Wwf per salvare la spiaggia

La sostenibilità sul litorale, nell'usare i solari, gestire gli animali domenistici, non inquinare, ridurre i rumori e guidare barche e motoscafi

Il Nordest è il re dei Comuni ricicloni 2012

Ponte nelle Alpi (BL) in testa per il terzo anno. Salerno si conferma fiore all'occhiello al Sud. In Italia 1 Comune su 7 supera il 65%

Via libera al nuovo decreto rinnovabili

Ampliamento del budget per un totale di 500 milioni di euro, forte semplificazione delle procedure, premi per tetti fotovoltaici al posto dell'amianto

Aci promuove bike sharing Francia. Ultima l'Olanda

Analizzati i sistemi di bici condivisa di 18 Paesi Ue. In Italia superano l'esame Milano, Torino e Parma. Bocciata Bari

Ferrero e la dolcezza della sostenibilità

Presentato il terzo rapporto sulla "Responsabilità sociale": 10 obiettivi. Energia da fonti rinnovabili per il 30%, -40% di CO2, meno consumi idrici

Le ecomafie valgono 16,6 miliardi di euro

La denuncia di Legambiente nel report 2012: 34milia i reati scoperti, quasi 93 al giorno e ben 305 gli arresti

NeWage, la sfida ecologica di Lidia

Un concorso fotografico con Volla Music Festival per la CIttà della Scienza

Flora, fauna e tendenze a Floracult

La quarta edizione si è conclusa con un grande successo di pubblico

L’Envirofestival, musica per l'ambiente

Il 26 primo concerto di Audiomatica, Munendo, Uforomeo, dei R.I.M e Anotherule

A Parma il convegno sul D.A.C.

Sabato 2 marzo un workshop sul Marketing territoriale e delle Reti di impresa

Librino rinasce con il "Rito della luce"

Il 21 dicembre la Fondazione Fiumara d’Arte organizza a Catania la tre giorni

Il decalogo "salva-spiaggia" del Wwf

La sostenibilità in 10 mosse nei gesti della vita quotidiana in vacanza
Martedì 02 Settembre 2014 12:30:27
chiudi

Recupero password

Inserisci la tua mail e ti
rimanderemo la tua password:

Registrati Hai dimenticato la password