Esperienze

Arval presenta le nuove iniziative "verdi"

Si chiamano Ecopolis Fleet e Mobility Point i progetti per incentivare la mobilità sostenibile dell'azienda leader del noleggio a lungo termine

Ecopolis cresce. Il progetto di Arval, società del gruppo Bnp Paribas, leader nel noleggio auto a lungo termine, continua a tirar fuori dal cappello iniziative per incentivare la mobilità sostenibile. Questa volta i nuovi progetti "verdi" si chiamano Ecopolis Fleet e Mobility Point.

Il primo si basa su un concetto semplice ma efficace: scelte consapevoli e mirate per l'utilizzo di mezzi a basso impatto ambientale e compensazione delle emissioni grazie alle efficaci “eco-soluzioni”. Arval propone, infatti, alle aziende di ridurre inizialmente le emissioni di Co2 generate dal proprio parco auto sostituendo le vetture inquinanti con mezzi eco-compatibili, e, in seconda battuta, di compensare le emissioni di anidride carbonica prodotte dalla flotta aziendale attraverso la riforestazione e la tutela di aree boschive in Italia e nel mondo. Per raggiungere questi risultati la società si “appoggia” ai tecnici del progetto LifeGate Impatto Zero, specialisti nelle pratiche di “smaltimento” intelligente delle emissioni inquinanti.

Arval ha mostrato il proprio impegno cominciando a dare il buon esempio: la società ha, infatti, aderito in prima persona al progetto, compensando le emissioni della propria flotta interna (597.500 kg di Co2 riversati nell’atmosfera) con la riforestazione e la tutela di 154.194 mq di aree verdi in Costa Rica.

La seconda eco-iniziativa di Arval, Mobility Point, consiste nella realizzazione di officine selezionate che rappresentano un modo di agire responsabile nei confronti del pianeta, attraverso la fornitura di auto sostitutive bi-fuel o a basso consumo energetico e l’adozione di un manuale sulla sicurezza dei lavoratori e dell’ambiente di lavoro.

L'impegno di Arval ha radici più profonde e una storia che comincia già nel 2003 quando la società sottoscrive il Patto mondiale dell’Onu (Organizzazione nazioni unite) e concretizza una serie di iniziative che fluiscono nel progetto-contenitore Ecopolis: « Prima vera iniziativa concreta, patrocinata dal comune di Milano – spiega l'amministratore delegato di Arval, Paolo Ghinolfi - è stata Lombardia Verde. Arval ha contribuito a ridurre l’inquinamento provocato nell’area metropolitana milanese dalla circolazione di veicoli commerciali pre Euro, tramite la loro sostituzione con veicoli commerciali Euro 4 in noleggio a lungo termine. A questo proposito creò due punti logistici sul territorio, uno a Pero ed uno a San Giuliano Milanese, ove potersi rivolgere per la rottamazione dei vecchi veicoli commerciali e per avere informazioni sul noleggio a lungo termine».

Così Ghinolfi, durante la conferenza stampa di presentazione di Ecopolis Fleet e Mobility Point, ha motivato l'impegno mostrato nei confronti della tutela dell'ambiente: «Per Arval progettare flotte non può prescindere dal considerare il contesto più ampio in cui tali flotte andranno a inserirsi: le auto devono condividere l’ambiente con l’uomo e, al tempo stesso, è l’ambiente che dà vita a entrambi. Arval ha sempre mostrato un’estesa consapevolezza ambientale che si traduce in atti e metodi di lavoro sempre in linea con gli obiettivi generali di sostenibilità e con, ad esempio, massima riduzione in azienda dell'utilizzo di risorse idriche e energetiche, la compensazione delle emissioni di Co2 emesse dalla propria flotta aziendale e l’applicazione di innovative soluzioni ecocompatibili nei prodotti e nei servizi».

10 Febbraio 2008

Share |

NeWage, la sfida ecologica di Lidia

Un concorso fotografico con Volla Music Festival per la CIttà della Scienza

Flora, fauna e tendenze a Floracult

La quarta edizione si è conclusa con un grande successo di pubblico

L’Envirofestival, musica per l'ambiente

Il 26 primo concerto di Audiomatica, Munendo, Uforomeo, dei R.I.M e Anotherule

A Parma il convegno sul D.A.C.

Sabato 2 marzo un workshop sul Marketing territoriale e delle Reti di impresa

Librino rinasce con il "Rito della luce"

Il 21 dicembre la Fondazione Fiumara d’Arte organizza a Catania la tre giorni

Il decalogo "salva-spiaggia" del Wwf

La sostenibilità in 10 mosse nei gesti della vita quotidiana in vacanza
Martedì 29 Luglio 2014 12:30:27
chiudi

Recupero password

Inserisci la tua mail e ti
rimanderemo la tua password:

Registrati Hai dimenticato la password