Esteri

Australia, taglio delle emissioni entro 2050

Il governo Rudd si è presentato alla grande alla conferenza Bali: le Co2 caleranno del 60%. E nel 2008 i primi rimedi contro i cambiamenti climatici

Il Governo guidato da Kevin Rudd (a sinistra, nella foto) ha solo 10 giorni, ma si presenta alla Conferenza di Bali come fosse un veterano della lotta ai cambiamenti climatici. Dopo una settimana di ambiguità della delegazione australiana sul possibile impegno futuro oltre il 2012, Rudd sembra aver atteso proprio l'occasione del suo intervento a Bali per sfruttare tutta la forza mediatica legata alla volontà dell'Australia di entrare a far parte dei Paesi che guidano la lotta ai cambiamenti climatici. Fiumi sempre più poveri di acqua, incendi di maggiore intensità e frequenza e l'alto rischio che si trova ad affrontare la barriera corallina, hanno fatto sì che l'ambiente finisse al primo posto tra le preoccupazioni degli australiani negli ultimi mesi ed hanno rappresentato un importante motore per la recente elezione di Rudd. Il Governo australiano si è già impegnato a ridurre le proprie emissioni del 60% entro il 2050, ma Rudd ha anche promesso degli obiettivi a più breve termine sulla base di uno studio atteso per la metà del 2008, che saranno "reali obiettivi e robusti obiettivi". Forte è anche il richiamo affinché tutti i Paesi industrializzati, inclusi i non firmatari del Protocollo di Kyoto e quindi gli Usa, a "intraprendere uno sforzo comparabile". Rudd impegna anche il suo Paese a realizzare uno schema di commercializzazione delle missioni di CO2, il cosiddetto Emission Trading, entro il 2010.

12 Dicembre 2007

Share |
Il taglio del nastro

Le radici dell’Afghanistan

Il ruolo dell’agricoltura nella "transizione": la fattoria modello a Urdu Khan

Pechino punta a 21 Gw di solare nel 2015

Per sostenere la produzione di pannelli solari e l'eccesso di domanda

L'eco-city cinese accoglie i cittadini

Tianjin è stata costruita su una discarica e ospiterà 350mila abitanti

A Euro2012 vince la sostenibilità

Le maglie di Francia, Croazia, Polonia, Portogallo e Olanda sono più ecologiche

I consumatori pensano all'ambiente

Secondo la ricerca internazionale sponsorizzata dall'Onu a proposito di ecologia

Libano, verdi “caschi blu” all'opera

Forze italiane conducono un’intensa attività di cooperazione civile e militare
Martedì 29 Luglio 2014 12:30:27
chiudi

Recupero password

Inserisci la tua mail e ti
rimanderemo la tua password:

Registrati Hai dimenticato la password