Ruoteperaria

L'auto? Il 70% italiani la vorrebbero elettrica

Lo rileva una ricerca effettuata da Swg per conto di FederUtility, la federazione che riunisce le aziende locali dell'acqua del gas e dell'energia

Oltre il 70% degli automobilisti italiani sarebbe disponibile a comprare un'auto elettrica. Uno su dieci la comprerebbe di sicuro se fosse in commercio.

Il 54% chiede buona autonomia di chilometri e più punti di ricarica, il 45% vorrebbe incentivi pubblici e il 40% vorrebbe che le elettriche costassero come le auto in commercio. Lo rileva una ricerca effettuata da Swg per conto di FederUtility, la federazione che riunisce le aziende locali dell'acqua del gas e dell'energia.

Proprio per la rete dell'energia nei Comuni, le aziende di servizi pubblici locali avranno un ruolo fondamentale nella realizzazione delle infrastrutture, nella diffusione delle "colonnine" di ricarica, in ogni luogo pubblico e privato .

In Italia le auto elettriche sono già una realtà nei comuni di Milano e Brescia (grazie al progetto condotto da A2A e Renault e a Roma e Pisa, dove i comuni hanno siglato accordi con Enel).

Che il mercato sia maturo e già incentivato in moltissimi paesi, lo hanno testimoniato i dati presentati da Cei-Cives, che hanno confrontato l'Italia ed il resto del mondo su questo tema.

Negli Usa sono previsti un milione di veicoli entro il 2015, 11.000 punti di ricarica entro il 2011 e incentivi all`acquisto di veicoli, fino a 11.000 dollari. La Cina prevede 500.000 veicoli entro il 2011 e otto milioni entro il 2025, con incentivi fino a 6.000 euro.

La Corea punta a coprire il 10% del mercato mondiale. Ma senza varcare gli oceani, in Europa l`auto elettrica è un obiettivo vicino per molti Paesi. Londra avrà 25.000 punti di ricarica entro il 2015 e la Gran Bretagna ha stanziato 260 milioni di euro puntando a 400.000 nuovi posti di lavoro.

La Francia punta a due milioni di veicoli elettrici o ibridi, 25.000 punti di ricarica pubblici entro il 2020 e con un piano incentivi che copre fino a 6.000 euro per l`acquisto di veicoli da parte di privati.

La Germania mira a cinque milioni di veicoli nei prossimi 20 anni, con il primo milione entro il 2020. La Spagna ha previsto un piano incentivi che copre fino a 6.000 euro per avere 70.000 veicoli entro due anni.

Insomma, sulla base degli incentivi varati, delle notizie diffuse dalle istituzioni e dagli operatori, sono stimati otto milioni di veicoli elettrici e ibridi-ricaricabili entro il 2020, con molti miliardi di euro di incentivi.

24 Maggio 2010

Share |

Udine, stazione ricarica auto elettriche

Installata la colonnina DuraStation di GE Energy Industrial Solutions

Aci analizza il bike sharing in Europa

Bene la Francia, male Amsterdam. In Italia superano l'esame Torino e Milano

Pedalata contro il turismo sessuale

L’ 8 luglio in cinque nazioni: Italia, Inghilterra, Francia, Spagna e Brasile

Il made in Italy brilla a Bruxelles

Grande successo per Il veicolo ibrido ad ammoniaca e l'auto a idrogeno

Ford taglia del 22% consumi di energia

La compagnia ha pubblicato il 13esimo rapporto annuale sulla sostenibilità

Velo-city e la mobilità per i bimbi

Dal 26 al 29 giugno a Vancouver la Conferenza globale sulla mobilità ciclistica
Giovedì 24 Luglio 2014 12:30:27
chiudi

Recupero password

Inserisci la tua mail e ti
rimanderemo la tua password:

Registrati Hai dimenticato la password