Focus

Inquinamento, costo danni supera Pil globale

Secondo uno studio Onu, il risarcimento dell'impatto ambientale della propria attività costerebbe alle maggiori aziende mondiali un terzo degli utili

Se le maggiori aziende del mondo fossero tenute a risarcire il disagio ecologico connesso alla loro attività, perderebbero più di un terzo dei loro utili.

A dirlo è uno studio commissionato dall'Onu alla società britannica Trucost, che rivela come nel 2008 il danno ambientale combinato abbia addirittura raggiunto i 2.200 miliardi di dollari, superando il livello del Pil mondiale prodotto nello stesso periodo, tolti sette paesi.

Sempre secondo la ricerca, più della metà del totale è rappresentata dalle emissioni di gas serra; mentre altri grossi costi sono invece legati all'inquinamento dell'aria a livello locale, come le emissioni di polveri sottili, oltre che all'eccessivo sfruttamento e contaminazione delle acque.

Scopo dell'indagine, spiegano i promotori, è di aiutare gli investitori a convincere le aziende a ridurre il loro impatto ambientale, prevenendo in tal modo il ricorso dei governi ad eventuali misure coercitive.

19 Febbraio 2010

Share |

Biomasse, la nuova edizione del forum

Evento principale della giornata sarà il Forum Mondiale sulle bioenergie

Troppe discariche, Europa vs l'Italia

Aperta una procedura d’infrazione nei confronti della Penisola per 102 siti

Ambiente, meno soldi dallo Stato

Decremento del 20% nel 2012, del 26% nel 2013 e 32% nel 2014

Piano Anbi 2012 per tutela territorio

Le proposte per arginare un fenomeno che divora tre milioni di territorio

Eolico: investimenti milionari Ue 2011

Dati Ewea: dai 27 Paesi spesi 12,6 miliardi per una produzione di 93.957 MW

Global warming, sole responsabile?

Ricerca tedesca: stella responsabile per il 50% del riscaldamento del Pianeta
Martedì 29 Luglio 2014 12:30:27
chiudi

Recupero password

Inserisci la tua mail e ti
rimanderemo la tua password:

Registrati Hai dimenticato la password