Territori

Il programma ambientale? Lo scelgono i cittadini

A Bologna l'assessore all'Ambiente, Anna Patullo, rimette nelle mani dei bolognesi la propria attività. A settembre previste assemblee pubbliche

Il mancato coinvolgimento dei cittadini è una delle accuse che più di frequente vengono rivolte al sindaco di Bologna, Sergio Cofferati. Ma c'è chi, nella sua Giunta, ha fatto del concetto di partecipazione un punto fermo. Tanto da far decidere alle associazioni e ai cittadini il proprio programma per un eventuale secondo mandato a Palazzo D'Accursio.

E' l'assessore all'Ambiente, Anna Patullo, a rimettere nelle mani dei bolognesi l'attività del suo assessorato.  A settembre, annuncia la Patullo, verranno convocate una serie di assemblee pubbliche in ogni quartiere, per «concordare con le associazioni e i cittadini le azioni future del Comune in tema di ambiente».  

Con i progetti che emergeranno da questi confronti, spiega ancora Patullo, «indicheremo il percorso della nuova Giunta per quanto riguarda le politiche ambientali». L'assessore del Pdci, insomma, ha le idee chiare. E poco importa se verrà confermata anche per un eventuale secondo mandato. «E' un impegno personale a vincolare il futuro del mio assessoraton - conferma Patullo - anche se il futuro non sarò io».  Ma il faccia a faccia con i cittadini non si limita a questo.

«Prima dell'estate - annuncia ancora l'Assessore - sarà pronto un documento che riassume tutte le azioni fatte finora in campo ambientale dal Comune e dai quartieri». Infine, l'Assessore Patullo prevede anche un nuovo faccia a faccia con i commercianti, per studiare nuovi incentivi per il rispetto dell'ambiente. Uno degli strumenti ipotizzato potrebbe essere un logo, un marchio assegnato dal Comune agli esercizi "verdi".

 

21 Maggio 2008

Share |

Parco delle Madonie, occasione mancata?

Sabato 8 giugno i Lions Club Cefalù e Madonie intervengono sulle tematiche

Mobilitazione per la Città della Scienza

Istituzioni, Parlamento europeo, politici impegnati per la ricostruzione

Flora, fauna e tendenze a Floracult

La quarta edizione si è conclusa con un grande successo di pubblico

A Parma il convegno sul D.A.C.

Sabato 2 marzo un workshop sul Marketing territoriale e delle Reti di impresa

Idrovia Ferrarese: viaggiare slow

Un video di Patrizio Roversi racconta i 70 chilometri di percorso navigabile

A Librino il Rito della luce, parla Pres

La manifestazione nel quartiere di Catania: studenti e giovani al centro
Lunedì 28 Luglio 2014 12:30:27
chiudi

Recupero password

Inserisci la tua mail e ti
rimanderemo la tua password:

Registrati Hai dimenticato la password