Focus

Clima, costi milionari per ritardi nella tutela

Il dato emerge dal "World energy outlook 2009" dell'International energy agency: ogni anno 500 miliardi di dollari si aggiungono ai costi già previsti

Ogni anno di ritardo nell'intraprendere il percorso verso un livello di emissioni che limiti l'aumento di temperatura a soli due gradi, aggiunge circa 500 miliardi di dollari al costo, in aumento, di 10.500 miliardi di dollari già necessario nel periodo 2010-2030" per limitare la febbre del Pianeta. 

E' uno dei dati che emerge dal "World energy outlook 2009" dell'Iea (International energy agency), l'Agenzia mondiale dell'energia che riunisce 28 dei 30 Paesi Ocse. «Solo qualche anno di ritardo - confermano dall'Iea - renderà probabilmente del tutto irraggiungibile la meta e se ciò accaddesse, gli ulteriori costi per l'adattamento sarebbero molte volte più alti di questa cifra».  

I Paesi che parteciperanno alla conferenza di Copenhagen, per l'Iea, non dovranno perdere di vista questo aspetto. L'Agenzia, infatti, auspica la messa in pratica di scelte coraggiose per trasformare le promesse in azione. Ingrediente essenziale sarà la velocità con cui i governi agiranno per rispettare i propri impegni. 

Ma dal rapporto Iea anche notizie che fanno ben sperare. L'uso di tecnologie energetiche rinnovabili quali eolico, solare, geotermico, maree e onde vede un elevato tasso di incremento. La quota delle rinnovabili sopra citate nella generazione elettrica, dal 2,5% del 2007 potrebbe raggiungere l'8,6% nel 2030.

10 Novembre 2009

Share |

Biomasse, la nuova edizione del forum

Evento principale della giornata sarà il Forum Mondiale sulle bioenergie

Troppe discariche, Europa vs l'Italia

Aperta una procedura d’infrazione nei confronti della Penisola per 102 siti

Ambiente, meno soldi dallo Stato

Decremento del 20% nel 2012, del 26% nel 2013 e 32% nel 2014

Piano Anbi 2012 per tutela territorio

Le proposte per arginare un fenomeno che divora tre milioni di territorio

Eolico: investimenti milionari Ue 2011

Dati Ewea: dai 27 Paesi spesi 12,6 miliardi per una produzione di 93.957 MW

Global warming, sole responsabile?

Ricerca tedesca: stella responsabile per il 50% del riscaldamento del Pianeta
Sabato 23 Agosto 2014 12:30:27
chiudi

Recupero password

Inserisci la tua mail e ti
rimanderemo la tua password:

Registrati Hai dimenticato la password