Focus

«Deforestazione: più fondi dai Paesi ricchi»

Al summit internazionale di Parigi, l'appello del presidente francese Sarkozy: finora i "grandi" si sono accordati su 100 miliardi di dollari al 2020

I Paesi ricchi devono contribuire in misura più sostanziale al fondo per combattere il cambiamento climatico e contribuire a lottare contro la deforestazione.

E' l'appello lanciato dal presidente francese Nicolas Sarkozy aprendo la conferenza internazionale sulla conservazione delle foreste, un elemento chiave contro il riscaldamento climatico.

Partecipano alle conferenza i ministri di 40 Paesi, tra cui l'Indonesia e le nazioni del bacino delle Amazzoni e del Congo.

La conferenza, che sarà seguita da un altro incontro a maggio a Oslo, è centrata sullo sviluppo di misure per preservare le foreste, su cui è stato raggiunto un accordo in linea di principio al summit di Copenaghen a dicembre scorso.

Nel dettaglio occorre stabilire come spendere i 30 miliardi di dollari offerti dai Paesi industrializzati per i prossimi tre anni.

In totale i leader del mondo si sono accordati su una spesa di 100 miliardi di dollari entro il 2020 per aiutare i Paesi poveri a difendere le foreste, proteggere le coste e le coltivazioni compromesse dalla siccità, accumulare riserve d'acqua e adottare opzioni energetiche a bassa CO2 come il solare e l'eolico.

Sarkozy ha detto di sperare che la conferenza di Parigi porterà maggiori impegni di finanziamento per la conservazione delle foreste e servirà a mettere a punto i meccanismi di impiego degli aiuti, che devono coinvolgere anche il settore privato.

La deforestazione, con gli incendi di aree boschive e la putrefazione degli alberi caduti, conta per il 20% di tutta la CO2 emessa nell'atmosfera, tanto quanto quelle emessa da tutte le auto, camion, treni e aerei del mondo.

A causa della deforestazione per la produzione di legname, per l'agricoltura e il pascolo, Indonesia e Brasile sono diventati rispettivamente il terzo e il quarto maggior emettitore di CO2 al mondo, dopo Cine e Usa.

11 Marzo 2010

Nicolas Sarkozy
Share |

Biomasse, la nuova edizione del forum

Evento principale della giornata sarà il Forum Mondiale sulle bioenergie

Troppe discariche, Europa vs l'Italia

Aperta una procedura d’infrazione nei confronti della Penisola per 102 siti

Ambiente, meno soldi dallo Stato

Decremento del 20% nel 2012, del 26% nel 2013 e 32% nel 2014

Piano Anbi 2012 per tutela territorio

Le proposte per arginare un fenomeno che divora tre milioni di territorio

Eolico: investimenti milionari Ue 2011

Dati Ewea: dai 27 Paesi spesi 12,6 miliardi per una produzione di 93.957 MW

Global warming, sole responsabile?

Ricerca tedesca: stella responsabile per il 50% del riscaldamento del Pianeta
Domenica 31 Agosto 2014 12:30:27
chiudi

Recupero password

Inserisci la tua mail e ti
rimanderemo la tua password:

Registrati Hai dimenticato la password