Territori

Raccolta differenziata all'Olimpico di Roma

L'11 aprile, per Lazio-Roma, via al progetto “Chi Differenzia Vince! All’Olimpico Come A Casa Tua" voluto dalla Commissione Ambiente Senato e Conai

L'11 aprile, in occasione del derby Lazio-Roma, partirà dallo stadio Olimpico di Roma il progetto pilota "Chi Differenzia Vince! All'Olimpico Come A Casa Tua" iniziativa voluta dalla Commissione Ambiente Senato e dal Conai (Consorzio nazionale imballaggi) per promuovere la raccolta differenziata, creare una coscienza ecologica e sensibilizzare sportivi e cittadini romani alla raccolta differenziata.

L'Olimpico, dunque, come il Bernabeu: lo stadio del Real Madrid è stato il primo (ed unico fino ad oggi) in Europa a considerare la differenziata per i propri tifosi. L'iniziativa, realizzata in sinergia con il Coni prevederà la raccolta differenziata dei rifiuti di imballaggio generati all'interno dello stadio dal pubblico e dagli esercizi commmerciali, per tutte le partite in programma da qui alla fine del campionato, cosa mai avvenuta in passato. Una "task force ecologica" opererà, infatti, al termine di ogni incontro e provvederà alla separazione dei vari materiali di imballaggio che, grazie al Conai, verranno avviate a riciclo.

Il derby avrà prevalente scopo di educazione e comunicazione: rappresenta la giusta cassa di risonanza per informare sull'importanza della corretta gestione dei rifiuti in tutti i momenti della vita quotidiana, compresi quelli ludici. I tifosi, laziali e romanisti insieme saranno chiamati per la prima volta ad essere protagonisti ed esempio di un comportamento virtuoso, che va al di là del semplice evento sportivo.

Il progetto, che punta a far diventare sistematica la raccolta differenziata all'interno dello Stadio Olimpico in occasione di ogni partita, avrà il supporto di una campagna di comunicazione che prevederà la pianificazione di uno spot radio sulle principali emittenti locali e maxi-affissioni all'interno dello stadio. 

Il Presidente della Commissione ambiente del Senato, Antonio D'Alì, ha sottolineato l'importanza di questa iniziativa: «La raccolta differenziata è fondamentale per recuperare spazio dalle discariche, ottenere un riutilizzo dei materiali e diminuire l'uso sconsiderato di materie prime. Gli stadi sono tra i principali luoghi di aggregazione e comunicazione, teatri ideali per la diffusione di una cultura ecologica. Partiremo dal derby, ma il progetto dovrà essere allargato a tutto il calcio italiano, come si fa da tempo all'estero, magari pensando anche a un forma di incentivo che premi l'iniziativa più lodevole».

«L'iniziativa rappresenta un'ottima occasione per sensibilizzare i cittadini alla tutela dell'ambiente, - il commento del Presidente del Conai, Piero Perron - per insegnare loro a differenziare correttamente gli imballaggi e a compiere "un'azione da campione" da fare a casa propria. Come nel calcio, la raccolta differenziata è uno sport di squadra: i cittadini sono infatti i primi ad entrare in gioco nel processo del riciclo, seguiti dalla pubblica amministrazione che ha il compito di gestire in maniera adeguata il servizio di raccolta differenziata e infine dal Conai, che chiudendo il cerchio, garantisce l'avvio a riciclo dei rifiuti di imballaggio».

02 Aprile 2009

Share |

Parco delle Madonie, occasione mancata?

Sabato 8 giugno i Lions Club Cefalù e Madonie intervengono sulle tematiche

Mobilitazione per la Città della Scienza

Istituzioni, Parlamento europeo, politici impegnati per la ricostruzione

Flora, fauna e tendenze a Floracult

La quarta edizione si è conclusa con un grande successo di pubblico

A Parma il convegno sul D.A.C.

Sabato 2 marzo un workshop sul Marketing territoriale e delle Reti di impresa

Idrovia Ferrarese: viaggiare slow

Un video di Patrizio Roversi racconta i 70 chilometri di percorso navigabile

A Librino il Rito della luce, parla Pres

La manifestazione nel quartiere di Catania: studenti e giovani al centro
Venerdì 01 Agosto 2014 12:30:27
chiudi

Recupero password

Inserisci la tua mail e ti
rimanderemo la tua password:

Registrati Hai dimenticato la password