Esteri

"Ecomondo Russia", Mosca verso Kyoto

Idea di "Rimini Fiera" organizzata in collaborazione col ministero dell'Ambiente e la Regione Emilia-Romagna. Trenta le aziende italiane coinvolte

Dal primo al 4 aprile, "Rimini Fiera" promuove a Mosca "Ecomondo Russia". Saranno protagoniste aziende italiane e un pubblico di operatori del settore ambientale ed energetico.

L'iniziativa, organizzata in collaborazione con il ministero dell'Ambiente e la Regione Emilia-Romagna, si svolge all'interno di Tek 2008, forum sull'energia organizzato al Palazzo del Cremlino, al quale interverranno oltre cinquemila delegati provenienti da ministeri ed enti russi, parlamentari della Duma e del consiglio delle federazioni, governatori e membri delle amministrazioni statali e regionali, dirigenti e specialisti delle compagnie energetiche piu' importanti del sistema ambiente russo.

"Ecomondo Russia" si collega al progetto The Utilities District promosso da Confservizi International-Italian Utilities, creato per accompagnare soggetti imprenditoriali italiani in zone strategiche dei mercati emergenti (in questo caso del settore ambientale). E' prevista la partecipazione di una trentina di aziende italiane, protagoniste nei settori dell'efficienza e del risparmio energetico, della produzione di energie rinnovabili, dell'idraulica, dei servizi e in generale orientate ad offrire prodotti per la qualità ambientale.

«Con questa iniziativa - spiega il presidente Lorenzo Cagnoni - "Rimini Fiera" accompagna in Russia le imprese italiane protagoniste del grande mercato che si riferisce alla qualità ambientale. Da oltre un decennio, con l'organizzazione di Ecomondo, abbiamo assistito alla crescita quantitativa e qualitativa delle nostre aziende ormai pronte per offrirsi a mercati emergenti».

«Il ministero dell'Ambiente italiano - ricorda Corrado Clini, girettore generale del Ministero - sta rivolgendo molta attenzione alla crescita del settore energetico e ambientale in Russia. E non solo perchè il suo sviluppo si traduce in una chance per incrementare la disponibilità delle risorse energetiche ed esaltare la protezione ambientale, ma anche perchè essa rappresenta un'opportunità di business per le aziende italiane e russe».

01 Aprile 2008

Share |
Il taglio del nastro

Le radici dell’Afghanistan

Il ruolo dell’agricoltura nella "transizione": la fattoria modello a Urdu Khan

Pechino punta a 21 Gw di solare nel 2015

Per sostenere la produzione di pannelli solari e l'eccesso di domanda

L'eco-city cinese accoglie i cittadini

Tianjin è stata costruita su una discarica e ospiterà 350mila abitanti

A Euro2012 vince la sostenibilità

Le maglie di Francia, Croazia, Polonia, Portogallo e Olanda sono più ecologiche

I consumatori pensano all'ambiente

Secondo la ricerca internazionale sponsorizzata dall'Onu a proposito di ecologia

Libano, verdi “caschi blu” all'opera

Forze italiane conducono un’intensa attività di cooperazione civile e militare
Giovedì 31 Luglio 2014 12:30:27
chiudi

Recupero password

Inserisci la tua mail e ti
rimanderemo la tua password:

Registrati Hai dimenticato la password