Esperienze

Ecovillae, come costruire ecologico. Risparmiando

A Fiano Romano (Rm) lavori in corso. Intervista all'architetto Robiglio: «Costruire ecologico è l’unico modo per progettare». A prova di risparmio

Non è un prototipo, bensì un progetto reale: i lavori nel cantiere dell'ecovillaggio di Fiano Romano (Rm) partiranno già agli inizi del 2008. A rivelarlo è l'architetto Matteo Robiglio di Avventura urbana, lo studio torinese che ha realizzato il progetto. Ecovillae sorgerà su un terreno di due ettari e ospiterà 100 case di taglio differente per soddisfare diverse esigenze abitative. Rispetto a una casa tradizionale, quella ecologica consumerà un quarto dell'energia e produrrà un quantitativo inferiore di Co2. Molto vantaggiosa risulterà poi la spesa energetica: se normalmente una famiglia di quattro persone spenderebbe 2.400 euro l'anno in bollette, in una casa ecologica non si supererebbe la cifra di 650 euro. E non finisce qui. Gli abitanti di Ecovillae potranno decidere di diventare loro stessi produttori di energia rinnovabile e di venderla alla rete.

Architetto Robiglio, perché è nata l'esigenza di un villaggio ecologico?

Da sempre ogni volta che Avventura urbana affronta un progetto consideriamo elementi fondamentali la salvaguardia dell'ambiente, l'uso efficiente delle risorse, il risparmio energetico. Costruire "ecologico", "sostenibile", non significa per noi aggiungere un'etichetta che dà valore formale a un progetto, ma è una pratica insita nel nostro patrimonio culturale, l'unico modo per progettare.

La casa ecologica. Qual è la domanda da parte dei consumatori?

La riqualificazione in chiave ambientale della propria abitazione o la realizzazione di un'abitazione "ecologica" è un'esigenza che incomincia a diffondersi, grazie anche agli incentivi fiscali che negli ultimi anni molti stati hanno concesso. L'esperienza fatta al Wec 2007 a Roma lo scorso novembre, in cui la Casa ecologica è stata presentata nello stand che Avventura urbana ha progettato per Sviluppo Lazio, Ministero dell'Ambiente e Regione Lazio, ha evidenziato come ci sia un forte interesse sulle tecnologie ambientali, da parte dei tecnici del settore, ma anche dei cittadini comuni.

Conosce realtà o progetti analoghi?

Nel mondo esistono realtà di villaggi ecologici. Paesi come la Germania, l'Inghilterra o l'Olanda, da molti anni vedono la realizzazione di edifici e insediamenti ecologici, a diverso grado di sperimentazione. In Italia, negli ultimi anni, si sta registrando un interesse crescente verso la realizzazione di edifici ecologici, ma al momento i casi di veri e propri insediamenti sono molto ridotti. Il nostro progetto non vede l'applicazione soltanto di sistemi per il risparmio energetico, ma considera la definizione completa di "sostenibilità". Il nostro progetto, infatti, prevede anche il coinvolgimento degli utenti nella progettazione e gestione, come ad esempio la presenza di custode, nursery, web e wi-fi di quartiere, servizi di scuolabus e car-pooling per una mobilità sostenibile.

Ecovillae, tanti vantaggi in consumi e risparmi. E i contro?

"Contro" non ce ne sono. Una delle principali cause di resistenza e opposizione per la realizzazione di edifici ecologici è il timore di costi di costruzione molto alti. Nel nostro progetto questo costo è maggiore soltanto del 15% rispetto a un edificio tradizionale, che, comunque, può pesare poco sulle tasche dell'utente, a seconda degli incentivi fiscali di cui può usufruire nel momento dell'acquisto.

Sabrina Quartieri

07 Gennaio 2008

Share |

NeWage, la sfida ecologica di Lidia

Un concorso fotografico con Volla Music Festival per la CIttà della Scienza

Flora, fauna e tendenze a Floracult

La quarta edizione si è conclusa con un grande successo di pubblico

L’Envirofestival, musica per l'ambiente

Il 26 primo concerto di Audiomatica, Munendo, Uforomeo, dei R.I.M e Anotherule

A Parma il convegno sul D.A.C.

Sabato 2 marzo un workshop sul Marketing territoriale e delle Reti di impresa

Librino rinasce con il "Rito della luce"

Il 21 dicembre la Fondazione Fiumara d’Arte organizza a Catania la tre giorni

Il decalogo "salva-spiaggia" del Wwf

La sostenibilità in 10 mosse nei gesti della vita quotidiana in vacanza
Giovedì 31 Luglio 2014 12:30:27
chiudi

Recupero password

Inserisci la tua mail e ti
rimanderemo la tua password:

Registrati Hai dimenticato la password