Taglio emissioni industria? Si può con efficienza

Monito dell'Organizzazione per lo Sviluppo Industriale delle Nazioni Unite, che ha pubblicato una serie di studi specifici per dimostrare possibili soluzioni

Tagli drastici delle emissioni industriali di gas serra, che minacciano di modificare il clima con effetti devastanti sul piano ambientale, sociale ed economico, sono necessari e realizzabili a costi accettabili sia nei Paesi sviluppati, sia in quelli in via di sviluppo.

Il monito arriva dall'Organizzazione per lo Sviluppo Industriale delle Nazioni Unite (UNIDO), che ha pubblicato una serie di studi specifici per dimostrare la possibilità di un drastico taglio delle emissioni industriali.

Puntando sull'efficienza energetica, su un maggior sfruttamento delle fonti rinnovabili e sulle tecnologie di cattura e stoccaggio dell'anidride carbonica.

Per quanto riguardo l'impiego delle rinnovabili occorre puntare ad un loro forte sviluppo e ad una loro rapida diffusione con l'obiettivo di ricavare entro il 2050 dal complesso di queste fonti il 21% di tutta l'energia necessaria di cui necessita l'industria mondiale.

Tale risultato significherebbe l'abbattimento del 25% delle emissioni previste dal settore industriale, un quantitativo equivalente ad un terzo delle emissioni totali prodotte oggi dagli Usa.

Relativamente al potenziale offerto dalle misure di efficienza energetica, entro quella stessa data - secondo l'UNIDO - il risparmio di energia dovrà essere equivalente, in termini di emissioni evitate, a una riduzione del 26%, con un contributo specifico da parte dei Paesi in via di sviluppo che dovrà essere il doppio di quello offerto dai Paesi sviluppati.

L'opzione rappresentata dalla cattura e dallo stoccaggio dell'anidride carbonica dovrà entrare in gioco mano a mano che si esauriscono le potenzialità offerte dalle misure di efficienza energetica e dallo sfruttamento delle energie rinnovabili.

Queste tecnologie - afferma l'UNIDO - sono già oggi in rapida evoluzione e il loro impiego non interessa solo il settore elettrico, ma anche una vasta gamma di applicazioni industriali.

 

Alessandro Noto

28 Gennaio 2011

Share |

La Giornata Mondiale per l'Ambiente

Anche il Papa richiama sullo spreco di beni alimentari

L’Envirofestival, musica per l'ambiente

Il 26 primo concerto di Audiomatica, Munendo, Uforomeo, dei R.I.M e Anotherule

Librino rinasce con il "Rito della luce"

Il 21 dicembre la Fondazione Fiumara d’Arte organizza a Catania la tre giorni

Ford taglia del 22% consumi di energia

La compagnia ha pubblicato il 13esimo rapporto annuale sulla sostenibilità

Napoli punta sulla mobilità sostenibile

A Mobility Tech è stato presentato il piano del Comune per i trasporti verdi

Nel 2011 record investimenti rinnovabili

A livello mondiale il solare ha superato l'eolico come tecnologia prediletta
Mercoledì 30 Luglio 2014 12:30:27
chiudi

Recupero password

Inserisci la tua mail e ti
rimanderemo la tua password:

Registrati Hai dimenticato la password