Focus

Elettricità, aziende Ue vogliono mercato unico

La richiesta è stata avanzata da una ventina di associazioni e di società impegnate nelle fonti rinnovabili, alla vigilia del summit europeo sul tema

L'Unione europea deve creare un mercato unico dell'elettricità, e deve farlo presto, entro il 2015. La richiesta è stata avanzata da una ventina di associazioni e di società impegnate nelle energie rinnovabili, fra cui Enel Green Power.

La dichiarazione, rivolta ai capi di Stato dei Paesi membri, è stata formulata in vista dell'imminente primo summit europeo sull'energia, e a ridosso del venticinquesimo anniversario dell'Atto unico europeo, che ha realizzato compiutamente il mercato unico economico.

"Senza il mercato unico oggi l'Europa sarebbe inconcepibile. Ha favorito enormemente il commercio, la concorrenza e la prosperità, ha creato milioni di posti di lavoro, ha offerto più scelta ai consumatori e ha espanso i mercati per le imprese.

Eppure, 25 anni dopo l'Atto unico europeo, ancora non c'è un mercato unico dell'elettricità", afferma la dichiarazione. Oggi la concorrenza è scarsa, e le singole società si possono permettere di far ricadere sui consumatori gli aumenti dei prezzi delle fonti di energia senza perdere quote di mercato significative.

L'integrazione dei mercati avrebbe numerosi vantaggi: una maggiore competizione, e quindi sul lungo periodo prezzi più bassi, maggiore sicurezza del rifornimento, con minori rischi di blackout, e uno sfruttamento migliore delle fonti rinnovabili.

Per questo servono due strumenti principali: le infrastrutture per il trasporto internazionale dell'elettricità e una cornice di regole di mercato comuni.

"Dopo il libero movimento di beni, servizi, capitali e lavoro, l'Europa ha bisogno di una quinta libertà: il libero movimento dell'elettricità", conclude il documento.

La necessità di un'integrazione del mercato elettrico europeo era stata evidenziata nell'aprile 2010 dal Centro studi Notre Europe di Jacques Delors e ribadita a novembre dal commissario europeo all'energia Günther Oettinger.

04 Febbraio 2011

Share |

Biomasse, la nuova edizione del forum

Evento principale della giornata sarà il Forum Mondiale sulle bioenergie

Troppe discariche, Europa vs l'Italia

Aperta una procedura d’infrazione nei confronti della Penisola per 102 siti

Ambiente, meno soldi dallo Stato

Decremento del 20% nel 2012, del 26% nel 2013 e 32% nel 2014

Piano Anbi 2012 per tutela territorio

Le proposte per arginare un fenomeno che divora tre milioni di territorio

Eolico: investimenti milionari Ue 2011

Dati Ewea: dai 27 Paesi spesi 12,6 miliardi per una produzione di 93.957 MW

Global warming, sole responsabile?

Ricerca tedesca: stella responsabile per il 50% del riscaldamento del Pianeta
Lunedì 01 Settembre 2014 12:30:27
chiudi

Recupero password

Inserisci la tua mail e ti
rimanderemo la tua password:

Registrati Hai dimenticato la password