Focus

Eolico, le turbine non minacciano la salute

A stabilirlo uno studio voluto dai produttori di energia eolica di Usa e Canada. L'inquinamento acustico indotto è paragonabile a quello urbano

Nessun effetto negativo sulla salute umana può dipendere dal rumore generato dalle turbine eoliche. A stabilirlo è stata un équipe di esperti riunita per lo scopo da Awea (American wind energy association), insieme con l'associazione canadese dei produttori di energia eolica (Canwea).

Il team di specialisti di varie branche della scienza, giunto a tale conclusione dopo un'attenta revisione di tutta la letteratura ad oggi disponibile sulla materia, aveva il compito di fornire un documento di riferimento autorevole per i decisori politici in relazione agli ulteriori sviluppi del programma eolico. Non vi è alcun motivo per ritenere insomma - sostengono gli studiosi - che sulla base dei livelli e delle frequenze dei suoni studiati, dall'uso di tali impianti possano derivare effetti fisiologici diretti e negativi per l'uomo.

Negli ultimi tempi le denunce relative al disturbo acustico provocato da questo tipo di installazioni erano notevolmente aumentate, e alcune associazioni e gruppi di oppositori erano addirittura arrivati a sostenere che i rumori prodotti dalle turbine eoliche potessero dar vita a sindromi specifiche, come in effetti può avvenire per determinati rumori ad intensità elevate.

Gli esperti hanno invece voluto sottolineare adesso come le condizioni di stress e di fastidio che possono essere associati all'inquinamento acustico generato dalle pale, e che comunque sono osservabili in una minoranza delle persone esposte a queste vibrazioni, non siano un rischio reale per la salute umana, in quanto si tratta di effetti del tutto paragonabili a quelli prodotti dai livelli sonori che si registrano normalmente in ambito urbano.

23 Dicembre 2009

Share |

Biomasse, la nuova edizione del forum

Evento principale della giornata sarà il Forum Mondiale sulle bioenergie

Troppe discariche, Europa vs l'Italia

Aperta una procedura d’infrazione nei confronti della Penisola per 102 siti

Ambiente, meno soldi dallo Stato

Decremento del 20% nel 2012, del 26% nel 2013 e 32% nel 2014

Piano Anbi 2012 per tutela territorio

Le proposte per arginare un fenomeno che divora tre milioni di territorio

Eolico: investimenti milionari Ue 2011

Dati Ewea: dai 27 Paesi spesi 12,6 miliardi per una produzione di 93.957 MW

Global warming, sole responsabile?

Ricerca tedesca: stella responsabile per il 50% del riscaldamento del Pianeta
Martedì 02 Settembre 2014 12:30:27
chiudi

Recupero password

Inserisci la tua mail e ti
rimanderemo la tua password:

Registrati Hai dimenticato la password