Esteri

Nuovo piano Usa per gli impianti offshore

Un pacchetto di misure per facilitare l'ubicazione e snellire le procedure relative alla costruzione di impianti a largo delle coste orientali

L'amministrazione Obama ha lanciato una importante iniziativa per accelerare lo sviluppo delle centrali eoliche, al largo della costa orientale degli Stati Uniti. Il responsabile del Dipartimento degli Interni (DOI), Ken Salazar, ha annunciato l'adozione di un pacchetto di misure (il cosiddetto "Smart from the Start") per facilitare l'ubicazione e snellire le procedure relative alla costruzione di impianti eolici offshore.

Il programma messo a punto per avviare lo sviluppo del settore ha l'obiettivo di accelerare la valutazione dei siti idonei per l'installazione degli impianti, in modo da definire una lista di siti "prioritari", e contiene norme destinate a migliorare il processo di coordinamento tra le competenze locali, statali e
federali. L'accelerazione che verrà impressa all'intero iter autorizzativo, che allo stato attuale è notevolmente più lungo e complesso di quello richiesto per le altre fonti rinnovabili, comporterà una riduzione dei tempi di realizzazione rendendo l'opzione rappresentata dall'eolico offshore - si legge nel
comunicato del DOI - una risorsa cruciale per aumentare il contributo delle rinnovabili alla generazione di energia elettrica.

L'iniziativa, che  va incontro alle forti aspettative per l'eolico offshore determinatesi in alcuni Stati della costa orientale (in particolare Maryland, Delaware, New Jersey, Virginia, Rhode Island e Massachusetts), ha ottenuto il plauso, tra i molti altri, del governatore del Maryland, Martin O'Malley. Il quale ha rimarcato l'importanza di sfruttare l'enorme potenziale della risorsa eolica presente lungo la costa orientale, le ricadute positive che ne deriverebbero sul piano dell'occupazione e i benefici che ne riceverebbero le grandi città costiere.

 

Alessandro Noto

30 Novembre 2010

Share |
Il taglio del nastro

Le radici dell’Afghanistan

Il ruolo dell’agricoltura nella "transizione": la fattoria modello a Urdu Khan

Pechino punta a 21 Gw di solare nel 2015

Per sostenere la produzione di pannelli solari e l'eccesso di domanda

L'eco-city cinese accoglie i cittadini

Tianjin è stata costruita su una discarica e ospiterà 350mila abitanti

A Euro2012 vince la sostenibilità

Le maglie di Francia, Croazia, Polonia, Portogallo e Olanda sono più ecologiche

I consumatori pensano all'ambiente

Secondo la ricerca internazionale sponsorizzata dall'Onu a proposito di ecologia

Libano, verdi “caschi blu” all'opera

Forze italiane conducono un’intensa attività di cooperazione civile e militare
Venerdì 22 Agosto 2014 12:30:27
chiudi

Recupero password

Inserisci la tua mail e ti
rimanderemo la tua password:

Registrati Hai dimenticato la password