Ruoteperaria

Futurmotive e innovazioni: è buona la prima

Il salone speciale, organizzato da Pomos e Cnos-Fap e dedicato alle nuove tecnologie all'interno di Autopromotec 2009, ha registrato giudizi positivi

Con un padiglione di 1.600 metri quadrati su un totale di 150 mila metri quadrati di esposizione interna ed esterna, si è chiusa con successo la prima edizione del Futurmotive, la finestra sulle nuove tecnologie nel salone Autopromotec, dedicato agli addetti ai lavori della vendita e del post-vendita. A fare il bilancio della manifestazione a una settimana dalla chiusura è il professor Fabio Massimo Frattale Mascioli, responsabile scientifico del Polo per la mobilità sostenibile di Cisterna di Latina, del "La Sapienza-Università di Roma", tra gli organizzatori del padiglione.

«Abbiamo avuto un ruolo di supervisione tecnico-scientifica dello spazio a cui è stato dato un marchio, quello di Futurmotive appunto, che gli organizzatori dell'Autopromotec hanno intenzione di estendere come format per le prossime occasioni - spiega il professore Frattale Mascioli - Invece di essere semplicemente una rassegna di prototipi, in questo caso c'era anche un intento formativo. Abbiamo formato sei nostri ingegneri che sono stati messi a disposizione dei visitatori per spiegare i mezzi e la componentistica».

Futurmotive, organizzato da Autopromotec in collaborazione con il Pomos e con il Cnos Fap-Centro Salesiano di Formazione Professionale - si è articolato attraverso un percorso composto da distinte isole informative dedicate ai combustibili alternativi, alle tecnologie ibride, alla trazione elettrica, ai pneumatici ed alle innovazioni sostenibili. «Gli addetti ai lavori si sono dimostrati molto interessati alla sezione dedicata alle auto ibride, che mettono insieme la trazione termica e elettrica. La macchina totalmente elettrica è invece percepita come una totale novità dagli addetti ai lavori», precisa.

Per la prossima edizione e le future occasioni di collaborazione le prospettive sono positive, conclude il professore Frattale Mascioli, perché «gli organizzatori si sono detti soddisfatti e vogliano ampliare il progetto, un risultato significativo». Tra le novità più importanti, nelle rispettive aree espositive di Futurmotive, il Centro ricerche Fiat e Fiat Group automobiles con un prototipo di Fiat Panda Hydrogen-Methane blend; il veicolo a metano bi-fuel 316 NGT di Mercedes-Benz, il sistema Tetra Fuel di Magneti Marelli, la Bizzarrini PS 38 Eco Targa Florio, la Microcar URD-E dell'Enea con super condensatori, le tecnologie per ibrido diesel e Start & Stop di Bosch, le innovazioni di Denso e Valeo, il cambio robotizzato Free Choice di Magneti Marelli e tante altre ancora.

L'edizione 2009 di Autopromotec, che si è svolta dal 20 al 24 maggio a Bologna, ha registrato un record di 1.421 aziende provenienti da 47 Paesi in tutto il mondo. Gli espositori si sono divisi tra costruttori o rappresentatnti in esclusiva di macchinari, attrezzature, ricambi, componenti e prodotti per l'assistenza autoriparativa. Reti per l'assistenza e car service. 

01 Giugno 2009

Share |

Udine, stazione ricarica auto elettriche

Installata la colonnina DuraStation di GE Energy Industrial Solutions

Aci analizza il bike sharing in Europa

Bene la Francia, male Amsterdam. In Italia superano l'esame Torino e Milano

Pedalata contro il turismo sessuale

L’ 8 luglio in cinque nazioni: Italia, Inghilterra, Francia, Spagna e Brasile

Il made in Italy brilla a Bruxelles

Grande successo per Il veicolo ibrido ad ammoniaca e l'auto a idrogeno

Ford taglia del 22% consumi di energia

La compagnia ha pubblicato il 13esimo rapporto annuale sulla sostenibilità

Velo-city e la mobilità per i bimbi

Dal 26 al 29 giugno a Vancouver la Conferenza globale sulla mobilità ciclistica
Lunedì 01 Settembre 2014 12:30:27
chiudi

Recupero password

Inserisci la tua mail e ti
rimanderemo la tua password:

Registrati Hai dimenticato la password