Copertina

G8: firmato l'accordo sull'efficienza energetica

Stretta un'intesa anche tra Enel e l'Egitto sulle energie rinnovabili. Per i Paesi presenti al summit è centrale la lotta ai cambiamenti climatici

ROMA -  I lavori della prima giornata del G8 Energia si sono conclusi con la firma dell'Ipeec, un accordo internazionale per la cooperazione sull'efficienza energetica. L'intesa è stata firmata da Usa, Ue, Russia, Cina, Italia, Francia, Germania, Messico, Gran Bretagna, Corea, Giappone, Brasile e Canada. «L'Ipeec rappresenta una risposta importante alla domanda sulla responsabilità e l'impegno del G8», ha dichiarato il ministro dello Sviluppo economico Claudio Scajola. «L' intesa si concretizzerà in un impegno da parte dei Paesi interessati a normative comuni e stringenti per portare avanti gli obiettivi che ci siamo prefissi» ha aggiunto il ministro. «Ritengo sia essenziale per evitare una concorrenza sleale e portare avanti un'armonizzazione delle nostre politiche».

Sulla firma dell'accordo è intervenuto il ministro francese dell'Ecologia e dell'energia Jean-Louis Borloo che ha spiegato che «il 52% della risposta ai gas a effetto serra dipende dall'efficienza energetica. E' la prima energia del mondo, l'efficienza energetica». Borloo ha inoltre constatato come la questione dei cambiamenti climatici sia ormai al centro delle discussioni anche dei ministri dell'Energia. «Questo G8 conferma l'idea che l'energia fa parte del clima. Tre anni fa alla riunione dei ministri dell'Energia si discuteva soltanto della variazione del prezzo del petrolio».

La cooperazione per lo sviluppo dell'energia nucleare è stata al centro di un altro accordo ratificato oggi nel corso della prima giornata del G8 Energia. L'intesa è stata siglata dal ministro dello Sviluppo economico, Claudio Scajola, e dal ministro dell'Economia nipponico, Toshihiro Nikai. Con questo accordo i due Paesi coopereranno nella preparazione delle risorse umane, nello scambio di informazioni e nella promozione dell'energia nucleare.

Inoltre nella prima giornata del summit di Roma è stato raggiunto un protocollo d'intesa tra l'Enel e l'ente elettrico pubblico egiziano, l'Egyptian electricity holding company (Eehc), che prevede l'avviamento di tecnologie produttive a più elevata efficienza nelle centrali elettriche egiziane. Secondo l'accordo firmato nel corso del G8 Energia, l'Enel darà a Eehc , avanzati sistemi di manutenzione, nuovi piani per la formazione del personale e strumenti tecnologici in grado di ottimizzare il funzionamento degli impianti di generazione alimentati a gas. Occhi puntati anche sull'introduzione di sistemi di generazione da fonte rinnovabile in rapporto allo sviluppo della fonte solare a concentrazione.

 

Federica Macagnone

24 Maggio 2009

Share |

La Giornata Mondiale per l'Ambiente

Anche il Papa richiama sullo spreco di beni alimentari

NeWage, la sfida ecologica di Lidia

Un concorso fotografico con Volla Music Festival per la CIttà della Scienza

Mobilitazione per la Città della Scienza

Istituzioni, Parlamento europeo, politici impegnati per la ricostruzione

Idrovia Ferrarese: viaggiare slow

Un video di Patrizio Roversi racconta i 70 chilometri di percorso navigabile

A Librino il Rito della luce, parla Pres

La manifestazione nel quartiere di Catania: studenti e giovani al centro

Librino rinasce con il "Rito della luce"

Il 21 dicembre la Fondazione Fiumara d’Arte organizza a Catania la tre giorni
Giovedì 28 Agosto 2014 12:30:27
chiudi

Recupero password

Inserisci la tua mail e ti
rimanderemo la tua password:

Registrati Hai dimenticato la password