Copertina

Fondazione Gates, soldi per le ecocatastrofi

Milioni di dollari per assicurare e tutelare gli agricoltori poveri dagli effetti devastanti del cambiamento climatico. Un'iniziativa promossa col Pam

Come tutelare da catastrofi naturali gli agricoltori più poveri? La fondazione "Bill & Melinda Gates" ha deciso di mettere a disposizione 998mila dollari per finanziare la ricerca e la progettazione di modelli assicurativi mirati a tutelare i piccoli agricoltori dagli effetti devastanti delle catastrofi naturali e del cambiamento climatico.  

La fondazione Gates collabora così all'inziativa promossa dal Programma alimentare mondiale (Pam) dell'Onu e il Fondo internazionale per lo sviluppo agricolo (Ifad). I finanziamenti messi a disposizione dalla fondazione saranno usati per valutare l'esperienza di modelli assicurativi indicizzati sulla base di variabili meteorologiche e per identificare i fattori chiave per poter ulteriormente promuovere ed espandere questo prodotto assicurativo.  

Per tale analisi Ifad-Pam si avvarranno della collaborazione di eminenti esperti in materia, provenienti tanto dal settore pubblico quanto da quello privato. La donazione sperimenterà le strategie più sostenibili per aumentare la sicurezza finanziaria di milioni di persone che vivono sotto la costante minaccia di catastrofi naturali.  

Nel mondo circa un miliardo di persone vivono con meno di un dollaro al giorno, e di queste, tre su quattro si trovano nelle aree rurali dei paesi in via di sviluppo. La maggior parte di loro trova sostentamento da attività legate all'agricoltura, non avendo tuttavia la capacità istituzionale e finanziaria di far fronte all'impatto delle calamità naturali.  

«I poveri delle aree rurali - spiega Ulrich Hess, responsabile delle strategie per la gestione dei rischi naturali del Pam e coordinatore del partenariato Ifad-Pam - sono particolarmente esposti alle catastrofi naturali quali siccità e alluvioni. Prodotti assicurativi basati su indici meteorologici possono migliorare la capacità dei piccoli agricoltori nei Paesi in via di sviluppo di prevedere e affrontare l'impatto di eventi atmosferici devastanti».  

Il partenariato definirà anche una strategia generale per lo sviluppo di un Fondo per la gestione dei rischi legati al clima (Wrmf), che fornirà assistenza tecnica ad istituzioni pubbliche e private mettendole in condizione di sviluppare prodotti assicurativi indicizzati a protezione da specifici rischi climatici, oltre a identificare e sperimentare modelli innovativi per la diffusione di polizze assicurative adatte alle esigenze dei piccoli agricoltori.  

Modelli assicurativi indicizzati sulla base di variabili meteorologiche sono stati introdotti con successo in vari paesi, tra cui Etiopia, Malawi, Nicaragua, Honduras e India. Gli indennizzi agli agricoltori che aderiscono a tali piani assicurativi vengono calcolati in base a indici meteorologici  predefiniti e oggettivamente verificabili, quali la mancanza di precipitazioni in periodi cruciali per la crescita delle colture.  

Al progetto collaboreranno attivamente importanti organizzazioni, quali l'Organizzazione metereologica mondiale, che contribuisce a stabilire gli standard di qualità ed accessibilità dei dati atmosferici in tutto il mondo. Inoltre, l'Istituto internazionale di ricerca sul clima e la società (Iri) sosterrà le ricerche sul clima legate a questo  progetto e contribuira`a divulgarne i risultati.

27 Novembre 2008

Share |

La Giornata Mondiale per l'Ambiente

Anche il Papa richiama sullo spreco di beni alimentari

NeWage, la sfida ecologica di Lidia

Un concorso fotografico con Volla Music Festival per la CIttà della Scienza

Mobilitazione per la Città della Scienza

Istituzioni, Parlamento europeo, politici impegnati per la ricostruzione

Idrovia Ferrarese: viaggiare slow

Un video di Patrizio Roversi racconta i 70 chilometri di percorso navigabile

A Librino il Rito della luce, parla Pres

La manifestazione nel quartiere di Catania: studenti e giovani al centro

Librino rinasce con il "Rito della luce"

Il 21 dicembre la Fondazione Fiumara d’Arte organizza a Catania la tre giorni
Martedì 22 Luglio 2014 12:30:27
chiudi

Recupero password

Inserisci la tua mail e ti
rimanderemo la tua password:

Registrati Hai dimenticato la password