Focus

Global warming: tracce nel passato della Terra

Lo rivela uno studio dell'università delle Hawaii. Circa 55 milioni di anni fa la temperatura salì di 5-9 centigradi per cause ancora sconosciute

Nella fase più antica dell'era cenozoica (a cavallo del Paleocene ed Eocene, circa 55 milioni di anni fa) la temperatura della Terra salì di circa 5-9 centigradi in poche migliaia di anni, tempo estremamente limitato dal punto di vista geologico.

Nella fase più calda del periodo in questione la temperatura dell'oceano artico arrivò a 23 gradi centigradi, contro i circa 10 gradi dell'attuale estate artica. A riverarlo uno studio condotto dal paleoceanografo Richard Zeebe dell'Università delle Hawaii.

In questo passato remoto del nostro Pianeta vi fu l'immissione sulla superficie terrestre di massicci quantitativi di carbonio, la cui origine è tuttavia controversa. Forse dovuta ad intensa attività vulcanica e/o all'improvviso rilascio degli idrati di metano presenti nei fondali marittimi.

In ogni caso, le analisi isotipiche e dei sedimenti rilevano che l'incremento di CO2 è stato pari a circa il 70% della quantità precedentemente presente nei depositi superficiali e nell'atmosfera, il che, secondo i nostri attuali modelli di studio, avrebbe giustificato un aumento della temperatura terrestre fino a un massimo di 3,5 gradi centigradi, cioè molto inferiore a quella realmente avvenuta.

Devono quindi essersi verificati dei fenomeni di retroazione (feedback) o altri processi che, in aggiunta alla maggiore concentrazione di CO2, hanno scatenato lo straordinario riscaldamento del clima. Da qui la necessità di intensificare con urgenza gli studi per comprendere meglio questi fenomeni ancora sconosciuti, al fine di valutare un loro eventuale ruolo in nuovi meccanismi di incremento della temperatura terrestre.

17 Luglio 2009

Share |

Biomasse, la nuova edizione del forum

Evento principale della giornata sarà il Forum Mondiale sulle bioenergie

Troppe discariche, Europa vs l'Italia

Aperta una procedura d’infrazione nei confronti della Penisola per 102 siti

Ambiente, meno soldi dallo Stato

Decremento del 20% nel 2012, del 26% nel 2013 e 32% nel 2014

Piano Anbi 2012 per tutela territorio

Le proposte per arginare un fenomeno che divora tre milioni di territorio

Eolico: investimenti milionari Ue 2011

Dati Ewea: dai 27 Paesi spesi 12,6 miliardi per una produzione di 93.957 MW

Global warming, sole responsabile?

Ricerca tedesca: stella responsabile per il 50% del riscaldamento del Pianeta
Mercoledì 23 Luglio 2014 12:30:27
chiudi

Recupero password

Inserisci la tua mail e ti
rimanderemo la tua password:

Registrati Hai dimenticato la password