Copertina

"I AM", un modo nuovo di sentire l'ambiente

Dall'esperienza di "Ruoteperaria Magazine", un network che allarga in una direzione più onnicomprensiva lo sguardo sul settore della sostenibilità

Qualcosa è cambiato è il titolo di un celebre film con Jack Nicholson, ma più di ogni altra cosa è quello che può accadere ogni giorno guardando con attenzione la realtà.

Qualcosa è cambiato nella nostra vita di tutti i giorni, nella quale siamo spinti a ripensarci e a ripensare il mondo in funzione del futuro. Ma qualcosa è cambiato anche nella nostra rivista e per gli appassionati e abbonati che ci seguono da anni.

"Ruoteperaria Magazine" si è trasformato. Vi abbiamo lasciato in attesa: "Something is coming, qualcosa sta arrivando, qualcosa sta cambiando e, una volta tanto, non si parla di clima", vi avevamo detto appena un mese fa. Ed ecco che qualcosa è cambiato ed è arrivato.L'obiettivo è allargare lo spettro d'azione, avere uno sguardo più onnicomprensivo, ma sempre attento alla specificità delle tematiche ambientali nell'ottica di realizzare un domani sostenibile.

Proprio questo aggettivo ci accompagna in tutto il primo numero di I AM-Informazione&Ambiente, a partire dal Sustainability International Forum di Roma. I AM vuol dire "io sono" nel linguaggio globale, l'inglese, ma anche è una sorta di acronimo di "informazione" e "ambiente": una testata di giornale e insieme un motto. Io sono, io vivo sostenibile, io amo e rispetto l'ambiente.

Abbiamo voluto prendere a modello le parole profetiche di Gandhi, "la terra ha risorse sufficienti per i bisogni di tutti, ma non per l'avidità di tutti", e impegnarci perché i bisogni di pochi non soffochino la necessità di tutti. I AM. Un semplice mantra da ripetere a se stessi e nello stesso tempo un mantra da ripetere in terza persona per parlare dell'ambiente: io sono, per continuare a essere devo essere sostenibile.

Qualcosa è arrivato, qualcosa è cambiato. L'ambiente, la sostenibilità, le rinnovabili, la mobilità (con la nostra rubrica fissa "ruoteperaria", appunto), la fauna, la flora, gli ecosistemi. Tutto esiste e respira attorno a noi e ai nostri lettori, che potranno avere da oggi un prodotto arricchito di contenuti e di speranza.

Noi siamo e per questo abbiamo voluto e vogliamo ogni giorno rafforzare la nostra mission "culturale" contro la "avidità di tutti", senza tralasciare il tradizionale foglio stampato, ma con un'attenzione particolare ai nuovi mezzi di comunicazione, come il web, la tv su internet e le altre forme di condivisione di contenuti. Qualcosa sta cambiando: per essere, per continuare a essere, rimettiamo la sostenibilità della vita al centro, abbiamo "risorse sufficienti". Informiamo e informiamoci sull'ambiente. Informazione e ambiente, adesso e domani.

14 Giugno 2009

Share |

La Giornata Mondiale per l'Ambiente

Anche il Papa richiama sullo spreco di beni alimentari

NeWage, la sfida ecologica di Lidia

Un concorso fotografico con Volla Music Festival per la CIttà della Scienza

Mobilitazione per la Città della Scienza

Istituzioni, Parlamento europeo, politici impegnati per la ricostruzione

Idrovia Ferrarese: viaggiare slow

Un video di Patrizio Roversi racconta i 70 chilometri di percorso navigabile

A Librino il Rito della luce, parla Pres

La manifestazione nel quartiere di Catania: studenti e giovani al centro

Librino rinasce con il "Rito della luce"

Il 21 dicembre la Fondazione Fiumara d’Arte organizza a Catania la tre giorni
Sabato 30 Agosto 2014 12:30:27
chiudi

Recupero password

Inserisci la tua mail e ti
rimanderemo la tua password:

Registrati Hai dimenticato la password