Esteri

Paesi emergenti: si investe sull'ambiente

A dirlo è il recente rapporto "Corporate Clean Energy Investment Trends in Brazil, China, India and South Africa", commissionato dalla Reeep

Le energie rinnovabili e l'efficienza energetica sono all'ordine del giorno nell'agenda politica non solo dei Paesi industrializzati, ma anche dei più importanti Paesi in via di sviluppo, come Cina, India, Brasile e Sudafrica. Quattro Paesi che insieme sommano oltre 2,7 miliardi di abitanti, pari al 40% della popolazione mondiale.

I risultati di queste politiche nei quattro Paesi citati hanno punti di forza e criticità, secondo il rapporto "Corporate Clean Energy Investment Trends in Brazil, China, India and South Africa", commissionato dalla Renewable energy & energy efficiency partnership (Reeep, organizzazione internazionale supportata dall'Ue e da una dozzina di grandi Paesi occidentali) e realizzato dall'associazione no profit Carbon disclosure project.

Il rapporto ha considerato in particolare il ruolo delle imprese e il loro legame con le politiche nazionali, e ha concluso che gli investimenti aziendali nelle energie pulite sono molto alti in tutti i quattro Paesi ma soprattutto in Cina, il Paese che investe di più in tutto il mondo.

«Per contrastare il riscaldamento globale servono forti investimenti privati: è importante quindi individuare le politiche più efficaci per convogliarli», ha spiegato Marianne Osterkorn, direttore generale del Reeep.

Con qualche differenza, la situazione dei quattro Paesi presenta molti aspetti comuni: tutti hanno politiche di indirizzo generale per le energie pulite, ma sono ancora carenti di norme più specifiche e concrete, quelle che influenzano di più gli investimenti.

Inoltre in tutti i quattro Paesi le aziende indirizzano i propri investimenti non solo in base alle politiche nazionali, ma anche in base alle aspettative della clientela e della concorrenza: secondo il rapporto questo è un segnale che il loro panorama di riferimento è globale e non nazionale.

10 Giugno 2010

Share |
Il taglio del nastro

Le radici dell’Afghanistan

Il ruolo dell’agricoltura nella "transizione": la fattoria modello a Urdu Khan

Pechino punta a 21 Gw di solare nel 2015

Per sostenere la produzione di pannelli solari e l'eccesso di domanda

L'eco-city cinese accoglie i cittadini

Tianjin è stata costruita su una discarica e ospiterà 350mila abitanti

A Euro2012 vince la sostenibilità

Le maglie di Francia, Croazia, Polonia, Portogallo e Olanda sono più ecologiche

I consumatori pensano all'ambiente

Secondo la ricerca internazionale sponsorizzata dall'Onu a proposito di ecologia

Libano, verdi “caschi blu” all'opera

Forze italiane conducono un’intensa attività di cooperazione civile e militare
Venerdì 22 Agosto 2014 12:30:27
chiudi

Recupero password

Inserisci la tua mail e ti
rimanderemo la tua password:

Registrati Hai dimenticato la password