Focus

Da Paul McCartney il "Meat free day"

L'ex Beatles si fa promotore di un'iniziativa che contribuirà, dice, a combattere le emissioni di CO2: rinunciare alla carne una volta a settimana

Paul MacCartney ha lanciato una campagna per ridurre il consumo di carne. La proposta è quella di dedicare un giorno alla settimana, il lunedì (Meat-free day monday), ad un'alimentazione alternativa. Secondo il cantante, questo sarebbe un modo efficacie per ogni individuo di contribuire alla lotta contro il cambiamento climatico.

Il settore dell'allevamento produce infatti il 18% del totale dei gas serra immessi nell'atmosfera - in questo caso ossido di azoto, proveniente dai concimi e dai fertilizzanti a base di nitrati -, più del settore dei trasporti (13%). Per capire quanto si tratti di una sostanza particolarmente inquinante, basti pensare che ha un pontenziale 296 volte superiore al CO2 per quanto riguarda l'impatto ambientale.

Al tasso attuale, se non si farà nulla per invertire la tendenza, la produzione di carne, cui è destinato già il 70% dei terreni agricoli, soprattutto nei paesi in via di sviluppo, raddoppierà entro il 2050 arrivando 465 milioni di tonnellate all'anno; mentre, sostengono i promotori, se tutti limitassero il proprio consumo di carne a cinque o sei giorni la settimana, le emissioni di gas serra «potrebbero essere ridotte del 5-8%.

«Io sono cresciuto da ragazzo a Liverpool in una scuola dove non si mangiava carne il venerdì - ha commentato l'ex Beatles - Non ho mai capito perché, ma quello era lo stile di vita e le regole della scuola. Ora c'è una ragione ancora più importante per farlo: ridurre le emissioni di gas serra. Dobbiamo aiutare la gente a cambiare i propri comportamenti quotidiani. Non sono un politico - ha concluso MacCartney - e non so quanto potrà essere fatto a Copenaghen, ma so che si può fare in modo di rendere la gente consapevole del pericolo che corriamo e delle possibili soluzioni».

03 Dicembre 2009

Share |

Biomasse, la nuova edizione del forum

Evento principale della giornata sarà il Forum Mondiale sulle bioenergie

Troppe discariche, Europa vs l'Italia

Aperta una procedura d’infrazione nei confronti della Penisola per 102 siti

Ambiente, meno soldi dallo Stato

Decremento del 20% nel 2012, del 26% nel 2013 e 32% nel 2014

Piano Anbi 2012 per tutela territorio

Le proposte per arginare un fenomeno che divora tre milioni di territorio

Eolico: investimenti milionari Ue 2011

Dati Ewea: dai 27 Paesi spesi 12,6 miliardi per una produzione di 93.957 MW

Global warming, sole responsabile?

Ricerca tedesca: stella responsabile per il 50% del riscaldamento del Pianeta
Martedì 22 Luglio 2014 12:30:27
chiudi

Recupero password

Inserisci la tua mail e ti
rimanderemo la tua password:

Registrati Hai dimenticato la password