Esteri

Pm 10, 373mila morti nell'Ue nel 2005

Lo segnala un rapporto della European environment agency (Eea), l'Agenzia europea per l'ambiente che conferma anche gli eccessivi livelli di ozono

Nel 2005 un europeo su quattro ha subito molti giorni di frequente ed alta concentrazione di polveri sottili, le Pm10, e nello stesso anno il particolato atmosferico ha causato approssimativamente 373mila morti premature. Più di un terzo della popolazione europea risulta esposta a livelli di ozono più alti di quello di riferimento dell'Ue, causando da 10 a 75 morti premature per milione di abitanti, secondo le aree.  

A segnalarlo un rapporto tecnico della European environment agency (Eea), l'Agenzia europea per l'ambiente, diffuso nei giorni scorsi. Il rapporto "Spatial assessment of Pm10 and ozone concentrations in Europe (2005)", segnala che a prescindere dai picchi giornalieri che oltrepassano i limiti Ue, un europeo su dieci è stato esposto per tutto l'anno a persistenti livelli di Pm10 più elevati del livello annuale fissato dall'Ue. Ma un altro rapporto, "Air pollution by ozone across Europe during summer 2008", assegna al Lazio la palma per la maggior concentrazione oraria di ozono a livello suolo (399 e 302 microgrammi per metro cubico).   

Come segnala l'Eea, in vaste aree dell'Europa orientale e nella valle del Po, nell'Italia del nord, ma anche in zone dei Balcani, del Belgio, della Grecia, dell'Italia, del Lussemburgo, dei Paesi Bassi, del Portogallo e della Spagna, si sono spesso registrati "livelli giornalieri" di polveri sottili oltre i limiti, specialmente nelle aree più urbanizzate. Le aree urbane dei Balcani, della Repubblica Ceca, dell'Ungheria, della Polonia meridionale e della Spagna meridionale hanno fatto segnare livelli eccessivi per tutta la durata dell'anno.

30 Marzo 2009

Share |
Il taglio del nastro

Le radici dell’Afghanistan

Il ruolo dell’agricoltura nella "transizione": la fattoria modello a Urdu Khan

Pechino punta a 21 Gw di solare nel 2015

Per sostenere la produzione di pannelli solari e l'eccesso di domanda

L'eco-city cinese accoglie i cittadini

Tianjin è stata costruita su una discarica e ospiterà 350mila abitanti

A Euro2012 vince la sostenibilità

Le maglie di Francia, Croazia, Polonia, Portogallo e Olanda sono più ecologiche

I consumatori pensano all'ambiente

Secondo la ricerca internazionale sponsorizzata dall'Onu a proposito di ecologia

Libano, verdi “caschi blu” all'opera

Forze italiane conducono un’intensa attività di cooperazione civile e militare
Sabato 30 Agosto 2014 12:30:27
chiudi

Recupero password

Inserisci la tua mail e ti
rimanderemo la tua password:

Registrati Hai dimenticato la password