Copertina

Le Regioni si dividono sull'emergenza rifiuti

Il Veneto: "non ne accetteremo nemmeno un chilo". Il Piemonte apre alla collaborazione. La Sardegna ha detto sì a una prima nave di immondizia campana

Le Regioni italiane si dividono sul tema dell'emergenza rifiuti in Campania. Dopo l'appello del presidente del Consiglio Romano Prodi a fare il possibile per aiutare l'amministrazione campana a smaltire i rifiuti, solo la Sardegna e il Piemonte hanno dato il sì incondizionato. Alcune amministrazioni regionali (Molise, Basilicata, Umbria) si sono già tirate indietro, mentre altre hanno deciso di valutare la possibilità.

Contro l'ipotesi di uno sbarco di rifiuti napoletani in Sardegna si è schierata l'opposizione di centrodestra. La Regione ha dato il via libera di massima al governo per far arrivare nell'Isola almeno una nave carica di spazzatura e nel primo pomeriggio è in programma un vertice a Palazzo Chigi per cominciare a definire i dettagli dell'operazione di trasferimento dei rifiuti che potrebbe coinvolgere i siti di Ozieri, Villacidro e Machiareddu. Apertura anche dal Piemonte che "è pronto ad accogliere una parte dei rifiuti della Campania, se, come pare assodato, si tratta di un'emergenza sanitaria". È l'impegno dell'assessore regionale Nicola de Ruggiero. "Di fronte a situazioni simili non ci si può voltare dall'altra parte. Di sicuro il trasporto sarà a carico del commissario straordinario e alla nostra Regione verrà corrisposto un corrispettivo economico".

"Le voci di un conferimento dei rifiuti provenienti dalla Campania nella discarica di Malagrotta sono del tutto prive di fondamento", ha precisato invece in una nota l'ufficio stampa della Regione Lazio, ricordando che "oggi è stato convocato un incontro a Palazzo Chigi al quale parteciperanno molti presidenti di regione per discutere le possibili soluzioni all`emergenza". "Marrazzo ha anche definito con chiarezza come il conferimento di questi rifiuti provenienti dalla Campania debba rispondere, affinché possano essere bruciati nel Lazio, a precisi criteri di temporaneità, quantità e qualità. In tale contesto la discarica di Malagrotta, come le altre discariche del Lazio, non potrà in alcun modo essere interessata da questa situazione".

Categorica la risposta del Veneto: "Nemmeno un chilo". Il presidente della Regione Giancarlo Galan mette subito le mani avanti sulla possibilità che il Veneto possa smaltire una parte dei rifiuti della Campania. 'Non ne vogliamo nemmeno un chilo - ha detto Galan - il mio è un no tecnico e politico insieme. Altre regioni dimostrano che con i rifiuti si può far molto e bene"

La Toscana ha dichiarato che ascolterà "le richieste e le valuterà". La Lombardia, invece. non è disponibile a ricevere rifiuti dalla Campania, ma parteciperà alla conferenza convocata dal Governo. "Non siamo nelle condizioni di ricevere rifiuti dall'esterno", ha affermato l'assessore ai Servizi di pubblica utilità, Massimo Buscemi. "La possibilità che in Basilicata siano conferiti rifiuti campani non esiste, perchè gli impianti potentini sono al limite della capienza", ha spiegato il presidente della Provincia di Potenza, Sabino Altobello. Risposta simile dalla Calabria che "è in condizione di potenziale emergenza, ma la situazione di Napoli e della Campania esplosa e nessuno può far finta di niente. Tenteremo, allora, di fare la nostra parte", ha aggiunto il presidente della Regione Calabria Agazio Loiero.

09 Gennaio 2008

Share |

La Giornata Mondiale per l'Ambiente

Anche il Papa richiama sullo spreco di beni alimentari

NeWage, la sfida ecologica di Lidia

Un concorso fotografico con Volla Music Festival per la CIttà della Scienza

Mobilitazione per la Città della Scienza

Istituzioni, Parlamento europeo, politici impegnati per la ricostruzione

Idrovia Ferrarese: viaggiare slow

Un video di Patrizio Roversi racconta i 70 chilometri di percorso navigabile

A Librino il Rito della luce, parla Pres

La manifestazione nel quartiere di Catania: studenti e giovani al centro

Librino rinasce con il "Rito della luce"

Il 21 dicembre la Fondazione Fiumara d’Arte organizza a Catania la tre giorni
Martedì 29 Luglio 2014 12:30:27
chiudi

Recupero password

Inserisci la tua mail e ti
rimanderemo la tua password:

Registrati Hai dimenticato la password