Dilettanti del calcio in
campo con le rinnovabili

La Lega Nazionale ha avviato un progetto con cui le società sportive potranno abbattere i costi attraverso l'utilizzo di energie pulite negli stadi

La Lega Nazionale Dilettanti del calcio si proietta nel futuro ambientale: è dello scorso novembre la notizia della nascita di una specifica commissione che ha il compito di sviluppare l'utilizzo delle rinnovabili negli impianti dilettantistici italiani.

E' stato ideato così il progetto “Scendono in campo le rinnovabili”, grazie al quale verrà presentato alle società dilettantistiche che gestiscono gli impianti sportivi e agli Enti locali proprietari un piano sostenibile per l'abbattimento dei costi del consumo di energia elettrica.

Per realizzare l’ambizioso progetto si è provveduto a coinvolgere l’Istituto per il Credito Sportivo, che si è dimostrato disponibile a supportare tale iniziativa con la stesura di un’apposita convenzione.

Il paniere di 30 milioni di euro destinati al finanziamento di questi progetti con mutui a tassi agevolati, con il concorso di un contributo negli interessi, il cui importo sarà detratto dalla rata annuale di ammortamento, rappresenta qualcosa di più di una buona base per dare linfa all’iniziativa.

Tali interventi, tenuto conto dell’alto valore sociale, vengono inoltre ricompresi in un meccanismo incentivante previsto dalla Legge Finanziaria 2008 (ad esempio, generatori eolici fino a 200 kilowattora di potenza tariffa fissa omnicomprensiva di 0,30 euro per kWh).

Intervenire con soluzioni tecnologiche che abbattano consumi e costi energetici, oltre a rappresentare un’opportunità per le Società in termini di migliore gestione economica, ha il risultato sempre auspicabile di ridurre l’impatto ambientale delle manifestazioni sportive.

Questo aspetto incide direttamente nel contributo che il calcio di base vuole offrire a quanti usufruiscono degli impianti, soprattutto famiglie e bambini, creando un rapporto virtuoso tra individuo, comunità e risorse.

L'obiettivo della Lega Dilettanti è quello di creare una struttura agile e dinamica in grado di andare incontro alle esigenze delle associate proponendo un progetto che, rispettoso delle dinamiche legate agli incentivi per lo sviluppo delle energie rinnovabili quali fotovoltaico e mini eolico, vada nella direzione dell'autosufficienza energetica delle società sportive.

Laddove possibile non sono esclusi anche eventuali guadagni dalla produzione di energia in eccesso da immettere direttamente nel circuito nazionale.

 

Alessandro Noto

07 Marzo 2011

Share |

Articoli correlati

L'Ue boccia l'Italia sul decreto rinnovabili

La Commissione ha sancito che il nuovo sistema di incentivi non garantisce l'accesso ai fondi per i piccoli e medi imprenditori

Mezzi elettrici, vendite per un milione nel 2015

Ad affermarlo è lo studio dell'IHS Business Supplier Automotive. A contribuire sarà soprattutto il boom del mercato cinese



Eolico: investimenti milionari in Ue nel 2011

Dati Ewea: dai 27 Paesi sono stati spesi 12,6 miliardi per una produzione di 93.957 megawatt. Calano le installazioni a petrolio e quelle nucleari

Global warming, indice puntato contro il sole

Ricerca tedesca: stella responsabile per il 50% del riscaldamento del Pianeta. Temperatura innalzata di 0,8 gradi negli ultimi 50 anni

Educazione ambientale a scuola con Assovetro

Al via la quinta edizione del concorso che vedrà gli studenti protagonisti di un racconto a tema su questo tipo di materiale. Incipit di Stefano Benni

Solare, italiani sempre più propensi a utilizzo

Lo sostiene un recente rapporto di IPR Marketing che conferma la crescita esponenziale del settore. Ma siamo carenti in fatto di informazione

Venezia, Ecolamp illumina il Carnevale

Per il terzo anno consecutivo il Consorzio parteciperà all’evento, diffondendo la cultura della sostenibilità tra grandi e piccini che parteciperanno

I prodotti del territorio per contrastare il gelo

Dalla vitamina D, facilmente reperibile in pesce, latte e uova, ai legumi: ecco alcuni consigli alimentari per supportare il fisico con il freddo

Le fattorie urbane sui tetti di New York

Grazie al progetto “Green infrastructure grant program” le sommita di alcuni palazzi della "Grande Mela" diventano vere e proprie aree agricole

Foreste sovrasfruttate: vicino il "picco legno"

A confermarlo è una ricerca sulla deforestazione: secondo gli esperti con questo ritmo il declino sarà inarrestabile. Necessaria una pausa di 50 anni

La Giornata Mondiale per l'Ambiente

Anche il Papa richiama sullo spreco di beni alimentari

L’Envirofestival, musica per l'ambiente

Il 26 primo concerto di Audiomatica, Munendo, Uforomeo, dei R.I.M e Anotherule

Librino rinasce con il "Rito della luce"

Il 21 dicembre la Fondazione Fiumara d’Arte organizza a Catania la tre giorni

Ford taglia del 22% consumi di energia

La compagnia ha pubblicato il 13esimo rapporto annuale sulla sostenibilità

Napoli punta sulla mobilità sostenibile

A Mobility Tech è stato presentato il piano del Comune per i trasporti verdi

Nel 2011 record investimenti rinnovabili

A livello mondiale il solare ha superato l'eolico come tecnologia prediletta
Martedì 29 Luglio 2014 12:30:27
chiudi

Recupero password

Inserisci la tua mail e ti
rimanderemo la tua password:

Registrati Hai dimenticato la password