Esteri

Biomasse prima fonte di energia in Svezia

Coprono 31,7% fabbisogno complessivo contro 30,8% petrolio. Nel 2009 approvato dal governo piano per arrivare al 50% di energia da rinnovabili al 2020

Le biomasse sono diventate la prima fonte di energia della Svezia. Prevalentemente sotto forma di biocarburanti, soddisfano infatti il 31,7% di tutta la domanda nazionale di energia, superando il petrolio, sceso al 30,8%.

Per quanto riguarda la produzione di elettricità, le biomasse coprono l'8% al fabbisogno nazionale. Secondo le previsioni, inoltre, l'energia da biomasse crescerà del 10% nel 2011.

Più precisamente, secondo l'associazione svedese per le bioenergie Svebio, fra il 2000 e il 2009 l'energia totale generata dalle biomasse è salita da 88 a 115 milioni di megawatt/ora, mentre quella prodotta dal petrolio è scesa da 142 a 112 milioni di Mwh.

Seguono l'energia idroelettrica con 61 milioni di MWh (17% di tutta l'energia primaria e quasi il 48% di quella elettrica) e il nucleare con 47 milioni (13% dell'energia primaria e circa il 35% di quella elettrica).

La Svezia è uno dei Paesi al mondo che hanno fatto più progressi verso l'indipendenza dai combustibili fossili; nel 2009 il governo ha approvato un piano per arrivare al 50% dell'energia da fonti rinnovabili nel 2020.

Inoltre, il Paese punta all'indipendenza del settore dei trasporti dai combustibili fossili importati entro il 2030.

La pubblicazione Wood Resource Quarterly, specializzata nel mercato del legname, ha evidenziato un'importante conseguenza del boom delle biomasse: il mercato svedese del legname si è definitivamente trasformato ed è diventato più competitivo.

Se tradizionalmente l'industria della carta era il principale attore sul mercato, oggi i residui delle segherie e i tronchi di piccolo diametro sono usati anche dal settore energetico.

Questa concorrenza ha causato in definitiva un aumento dei prezzi della materia prima, che nei primi tre mesi del 2010 hanno toccato nuovi picchi: quasi il 20% in più rispetto al 2005 e il 36% in più rispetto al 2000.

04 Giugno 2010

Share |
Il taglio del nastro

Le radici dell’Afghanistan

Il ruolo dell’agricoltura nella "transizione": la fattoria modello a Urdu Khan

Pechino punta a 21 Gw di solare nel 2015

Per sostenere la produzione di pannelli solari e l'eccesso di domanda

L'eco-city cinese accoglie i cittadini

Tianjin è stata costruita su una discarica e ospiterà 350mila abitanti

A Euro2012 vince la sostenibilità

Le maglie di Francia, Croazia, Polonia, Portogallo e Olanda sono più ecologiche

I consumatori pensano all'ambiente

Secondo la ricerca internazionale sponsorizzata dall'Onu a proposito di ecologia

Libano, verdi “caschi blu” all'opera

Forze italiane conducono un’intensa attività di cooperazione civile e militare
Domenica 31 Agosto 2014 12:30:27
chiudi

Recupero password

Inserisci la tua mail e ti
rimanderemo la tua password:

Registrati Hai dimenticato la password