Focus

Fonti rinnovabili, l'altolà di Adiconsum

L'Associazione dei consumatori interviene sul rischio aumenti in bolletta per ripagare gli incentivi: «Parlamento li rimoduli su scia nord Europa»

Adiconsum condivide la denuncia dell'Autorità per l`energia elettrica e il gas, sui rischi di forti aumenti della bolletta elettrica per ripagare gli incentivi sul fotovoltaico.

«E' necessario - sottolinea il segretario generale dell'associazione, Paolo Landi - che il Parlamento rimoduli gli incentivi sulla base di quanto viene attuato anche nei Paesi del nord Europa, trasferendo le risorse risparmiate sul 55%. Costa meno favorire una maggiore efficienza energetica che aumentare l`energia prodotta».

Secondo Adiconsum il fotovoltaico oggi non è più appannaggio di incentivo alla ricerca, bensì di investimenti speculativi. Si rendono necessari così maggiori controlli e pesanti sanzioni su chi specula con le tasche dei consumatori.

Questa prospettiva è insostenibile per i consumatori e per il sistema Paese. Non possono essere i consumatori a pagare gli incentivi attraverso la loro bolletta.

"Occorre sapere, fa notare Adiconsum, che un kilowattora\anno prodotto con il fotovoltaico costa cinque volte di più di un KWh\anno risparmiato grazie all`efficienza energetica".

Adiconsum chiede al Governo italiano che il recepimento della Direttiva comunitaria sulle fonti rinnovabili rappresenti l'occasione per una radicale revisione dell'attuale intero sistema incentivante delle fonti rinnovabili.

 

Alessandro Noto

08 Febbraio 2011

Share |

Biomasse, la nuova edizione del forum

Evento principale della giornata sarà il Forum Mondiale sulle bioenergie

Troppe discariche, Europa vs l'Italia

Aperta una procedura d’infrazione nei confronti della Penisola per 102 siti

Ambiente, meno soldi dallo Stato

Decremento del 20% nel 2012, del 26% nel 2013 e 32% nel 2014

Piano Anbi 2012 per tutela territorio

Le proposte per arginare un fenomeno che divora tre milioni di territorio

Eolico: investimenti milionari Ue 2011

Dati Ewea: dai 27 Paesi spesi 12,6 miliardi per una produzione di 93.957 MW

Global warming, sole responsabile?

Ricerca tedesca: stella responsabile per il 50% del riscaldamento del Pianeta
Venerdì 01 Agosto 2014 12:30:27
chiudi

Recupero password

Inserisci la tua mail e ti
rimanderemo la tua password:

Registrati Hai dimenticato la password