Esperienze

Bike sharing a Roma, in centro con la bicicletta

La sperimentazione di sei mesi ha convinto i tecnici, istituzioni e ciclisti: 19 le postazioni nella ztl. Così la Capitale va sulla scia dell'Europa

Dopo molte città europee anche Roma ha scelto di seguire le orme del bike sharing e da giugno ha iniziato la sperimentazione semestrale della rete di bici condivise che copre il centro storico della Capitale. I risultati sono buoni, secondo le istituzioni comunali, e anche i fruitori sono soddisfatti. Il sistema è semplice e veloce e le bici sempre disponibili. Si attendono adesso nuovi punti di noleggio, oltre alle 19 rastrelliere già presenti, anche in altre zone della città.

Le istituzioni

Entusiasta del nuovo servizio e dei risultati raggiunti il neo assessore capitolino all'Ambiente, Fabio De Lillo: «C'è grande soddisfazione per i risultati raccolti nei primi mesi di sperimentazione dal bike sharing. I dati ci dicono che molte biciclette vengono utilizzate dai cittadini per andare a lavoro. Questo significa meno traffico e meno inquinamento atmosferico». Prospettive rosee anche per il futuro: «Se i buoni risultati verranno confermati - promette l'assessore - l'intenzione è quella di estendere il servizio ad altre zone della città. L'importante - sottolinea - è che la tecnologia di base sia omogenea». E' per questo che De Lillo invita le amministrazioni municipali a «studiare insieme all'assessorato all'Ambiente ogni nuovo progetto per implementare questo nuovo servizio, aperto a tutti i cittadini».

L'assessore, inoltre, mostra idee chiare sulle modalità di ottimizzazione: «L'insegnamento che ci arriva dalle altre capitali europee è chiaro: condizione essenziale affinché il sistema venga utilizzato è che le postazioni siano vicine tra loro. E' importante fornire ai cittadini una mappa completa con tutte le stazioni in modo tale che ogni fruitore del servizio possa spostarsi facilmente da un municipio all'altro».

Insomma, ci sono tutti i presupposti affinchè quanto auspicato dal sindaco della Capitale, Gianni Alemanno, si possa concretizzare in breve tempo: «La sfida di costruire una mobilità sostenibile come risposta ai problemi dell'inquinamento ambientale - affermava il primo cittadino in occasione dell'inaugurazione del bike sharing - si risolve creando opportunità, più che punizioni per i cittadini». E se la parola d'ordine è "nuove alternative", sulla stessa linea di pensiero si schiera l'assessore alla Mobilità, Sergio Marchi il quale, riconoscendo l'utilità dell'iniziativa, auspica che «nei prossimi anni la bicicletta possa essere parzialmente alternativa al mezzo privato. Quando studieremo i nuovi corridoi della mobilità - promette - riserveremo uno spazio alle piste ciclabili».

Come funziona

Per utilizzare il servizio è necessario iscriversi presso i Punti di informazione turistica, che rilasciano la Smart card elettronica e ricaricabile che serve per prelevare le bici. Al momento dell'iscrizione viene richiesto il deposito di una cauzione di 30 euro che viene restituita quando si cessa di utilizzare la tessera. Per prelevare la bicicletta si accosta la Smart card al lettore sulla colonnina, che sblocca la bici e comunica al sistema quale utente ha iniziato ad utilizzare il servizio. Dopo l'uso, la bici può essere riconsegnata in qualunque postazione. La prima mezz'ora di utilizzo del servizio è gratuita. Per le successive tre ore e mezza il sistema provvederà automaticamente a scalare dalla tessera il costo di effettivo utilizzo del servizio (un euro la seconda mezz'ora; due euro la terza mezz'ora e quattro euro ogni mezz'ora successiva alla terza). Il servizio di Roma-n-bike è attivo tutti i giorni dalle ore 7.00 alle ore 23.00 e la restituzione deve avvenire entro le ore 2.00 del mattino seguente al giorno del prelevamento.

Le testimonianze

Ma cosa ne pensano gli utenti? «Ho scelto il bike sharing per incoraggiare quella che ritengo un'ottima inziativa - ammette Riccardo C., 31 anni, commercialista - Dopo aver utilizzato il sistema all'estero, sia a Barcellona che a Parigi, ho apprezzato che anche a Roma si sperimentasse un servizio che ho ritenuto davvero utile come turista. Mi auguro che le stazioni possano essere implementate per permettermi di scegliere la bicicletta come un vero mezzo alternativo all'automobile. Vedremo cosa accadrà tra qualche mese, intanto, per i piccoli spostamenti in centro, mi sembra un buon inizio». Sulla stessa linea Serena R., 36 anni, imprenditrice: «Ho un negozio qui in centro, la mattina arrivo con il treno a piazzale Flaminio e, invece di andare a piedi, prelevo una bicicletta a via del Corso e la lascio, dopo pochi minuti, nella stazione più vicina al lavoro. Stesso iter al ritorno. Lo trovo comodo, mi piace. Anche i turisti, per visitare la città, se ne servono spesso».

Confronto: bike vs car

La condivisione del mezzo di locomozione sta diventando sempre più diffusa. A Roma ne esistono due: il car sharing e il bike sharing. Per quanto riguarda il primo nonostante le molte richieste il numero di auto non permette ancora di soddisfare tutte le domande e di creare una rete ecologica. Il secondo è per ora limitato alla parte centrale della città ma si pensa già a ingrandirlo. Più che "contro" allora i due sistemi comunali di trasporto ecologico dovrebbero essere "con". Il car sharing e il bike sharing insieme, infatti, potrebbero realizzare un sistema di mobilità davvero ecologica e diffusa sull'intero asse stradale romano.

08 Novembre 2008

Share |

NeWage, la sfida ecologica di Lidia

Un concorso fotografico con Volla Music Festival per la CIttà della Scienza

Flora, fauna e tendenze a Floracult

La quarta edizione si è conclusa con un grande successo di pubblico

L’Envirofestival, musica per l'ambiente

Il 26 primo concerto di Audiomatica, Munendo, Uforomeo, dei R.I.M e Anotherule

A Parma il convegno sul D.A.C.

Sabato 2 marzo un workshop sul Marketing territoriale e delle Reti di impresa

Librino rinasce con il "Rito della luce"

Il 21 dicembre la Fondazione Fiumara d’Arte organizza a Catania la tre giorni

Il decalogo "salva-spiaggia" del Wwf

La sostenibilità in 10 mosse nei gesti della vita quotidiana in vacanza
Giovedì 28 Agosto 2014 12:30:27
chiudi

Recupero password

Inserisci la tua mail e ti
rimanderemo la tua password:

Registrati Hai dimenticato la password