Esteri

Scioglimento ghiacci, costi da capogiro

Studio Usa: per i cambiamenti climatici legati all'Artico pagheremo 5.000 miliardi di dollari al 2100. Solo quest'anno in fumo tra i 61 e i 371 mld

Lo scioglimento dei ghiacci artici non è solo una catastrofe ambientale, ma ha anche un costo economico elevatissimo.

Almeno 2400 miliardi di dollari fino al 2050 e quasi 5000 miliardi di dollari (3600 miliardi di euro) fino al 2100. Solo nel 2010 il costo andrà da un minimo di 61 miliardi di dollari a un massimo di 371 miliardi di dollari.

A riferirlo è lo studio (ripreso da Apcom) "An initial estimate of the cost of lost climateregulation services due to changes in the arctic cryosphere", elaborato dal Pew Environment Group e pubblicato in occasione del vertice del G7a Iqaluit (Nord del Canada).

«Rappresentare in dollari i cambiamenti climatici nell'Artide ci fa capire meglio l'immensa importanza della regione - il commento di Eban Goodstein, economista e uno degli autori dello studio - Secondo una valutazione media, i costi nei prossimi 40 anni equivalgono al Pil annuo di Germania, Russia e Regno Unito sommati».

Per arrivare a queste conclusioni, gli autori dello studio hanno calcolato per prima cosa a quante tonnellate di anidride carbonica nell'atmosfera corrisponde la diminuzione dei ghiacci prevista. Infatti con lo scioglimento dei ghiacci si rilascia metano (un altro gas serra) e si riduce la quantità di calore riflessa nello spazio: la conseguenza è un ulteriore riscaldamento della Terra.

Gli studiosi hanno poi stimato i costi di questa quantità di anidride carbonica, tenendo conto degli impatti dell'effetto serra su agricoltura, produzione energetica, disponibilità d'acqua, alluvioni e altri fattori.

Il risultato è che «il riscaldamento dell'Artide solo quest'anno equivale all'emissione di tre miliardi di tonnellate di anidride carbonica, pari al 40% di tutte le emissioni degli Stati Uniti in un anno o a 500 nuove centrali a carbone», ha spiegato l'altro autore dello studio Eugenie Euskirchen.

11 Febbraio 2010

Share |
Il taglio del nastro

Le radici dell’Afghanistan

Il ruolo dell’agricoltura nella "transizione": la fattoria modello a Urdu Khan

Pechino punta a 21 Gw di solare nel 2015

Per sostenere la produzione di pannelli solari e l'eccesso di domanda

L'eco-city cinese accoglie i cittadini

Tianjin è stata costruita su una discarica e ospiterà 350mila abitanti

A Euro2012 vince la sostenibilità

Le maglie di Francia, Croazia, Polonia, Portogallo e Olanda sono più ecologiche

I consumatori pensano all'ambiente

Secondo la ricerca internazionale sponsorizzata dall'Onu a proposito di ecologia

Libano, verdi “caschi blu” all'opera

Forze italiane conducono un’intensa attività di cooperazione civile e militare
Venerdì 25 Luglio 2014 12:30:27
chiudi

Recupero password

Inserisci la tua mail e ti
rimanderemo la tua password:

Registrati Hai dimenticato la password