Focus

Inquinamento: un turista a spasso per il mondo

Una scienziata di Washington l'ha dimostrato: le polveri viaggiano per migliaia di chilometri mescolandosi alla polluzione atmosferica di altri paesi

Gli scienziati dell'Università di Washington l'avevano intuito. Emily Fisher l'ha dimostrato: le polveri viaggiano chilometri e chilometri e si mescolano all'aria dei cieli più lontani. Studiandone il movimento dal deserto del Gobi, la studiosa ha scoperto che la polvere, in particolari condizioni atmosferiche e in determinate stagioni, è in grado di attraversare l'Oceano Pacifico e di mescolarsi alla polluzione atmosferica della costa occidentale.

La Fisher si è guadagnata l'attenzione della comunità scientifica mondiale durante il meeting dell'American Geophysical Union di San Francisco perchè, grazie alla sua scoperta, siamo consapevoli della possibilità di respirare, oltre agli agenti inquinanti di casa nostra, anche smog e inquinamento di paesi lontani. Le particelle in grado di attraversare mari e continenti sarebbero, inoltre, molto leggere, dunque facilmente inalabili dalle persone.


«Lo smog 'locale' – ha precisato la scienziata - è certamente quello che più si ripercuote sulla salute delle persone. Ma i miei studi dimostrano che anche chi vive in zone ricche di parchi o foreste può subire le conseguenze dell'inquinamento globale. Anzi, più l'aria del luogo dove si vive è pulita, più questi spostamenti di polveri influiscono sulla qualità dell'ambiente».



22 Dicembre 2007

Share |

Biomasse, la nuova edizione del forum

Evento principale della giornata sarà il Forum Mondiale sulle bioenergie

Troppe discariche, Europa vs l'Italia

Aperta una procedura d’infrazione nei confronti della Penisola per 102 siti

Ambiente, meno soldi dallo Stato

Decremento del 20% nel 2012, del 26% nel 2013 e 32% nel 2014

Piano Anbi 2012 per tutela territorio

Le proposte per arginare un fenomeno che divora tre milioni di territorio

Eolico: investimenti milionari Ue 2011

Dati Ewea: dai 27 Paesi spesi 12,6 miliardi per una produzione di 93.957 MW

Global warming, sole responsabile?

Ricerca tedesca: stella responsabile per il 50% del riscaldamento del Pianeta
Giovedì 24 Luglio 2014 12:30:27
chiudi

Recupero password

Inserisci la tua mail e ti
rimanderemo la tua password:

Registrati Hai dimenticato la password