Copertina

Smog: tassisti e benzinai lavoratori più esposti

La conferma dal convegno internazionale "Urban pollution: general population and Exposed Workers", organizzato dall'università La Sapienza

Gli effetti dell'inquinamento urbano sulla popolazione e in particolare sui lavoratori outdoor, le categorie più esposte e i principali fattori di rischio. Sono iniziati a Roma, nella sala della Protomoteca in Campidoglio, i lavori del convegno internazionale "Urban pollution: general population and Exposed Workers", organizzato dall'università La Sapienza insieme al comune di Roma.

Sul tema è stata presentata la ricerca in via di pubblicazione "Evidence base medicine: metanalisi sugli effetti dell'inquinamento urbano nei lavoratori esposti", volta a individuare gli indicatori per la prevenzione delle patologie. «Non ci sono numeri sulle malattie da inquinamento urbano. Le malattie professionali e, in particolare queste, sono sottostimate e non rientrano nelle statistiche: gli ultimi dati sono quelli Oms del 2002».

Il commento è di Francesco Tomei, ordinario di Medicina del Lavoro de La Sapienza e uno dei curatori dello studio. Secondo i dati globali dell'Organizzazione mondiale della Sanità, sono il 5% le patologie neoplastiche alle vie aeree (bronchi e polmoni) provocate da inquinamento urbano, causa dell'1,8 % dei decessi.

Dalla ricerca condotta su un campione di 35.000 lavoratori e sulla base di 750 articoli scientifici, pubblicati dal 1988 al 2007, è emerso che i lavoratori più esposti sono proprio quelli che lavorano all'aria aperta: tra le categorie più a rischio ci sono gli operatori ecologici, la polizia municipale, i benzinai e i tassisti. «Tra gli inquinanti più tossici - spiega Tomei - ci sono il piombo e il benzene».

03 Aprile 2008

Share |

La Giornata Mondiale per l'Ambiente

Anche il Papa richiama sullo spreco di beni alimentari

NeWage, la sfida ecologica di Lidia

Un concorso fotografico con Volla Music Festival per la CIttà della Scienza

Mobilitazione per la Città della Scienza

Istituzioni, Parlamento europeo, politici impegnati per la ricostruzione

Idrovia Ferrarese: viaggiare slow

Un video di Patrizio Roversi racconta i 70 chilometri di percorso navigabile

A Librino il Rito della luce, parla Pres

La manifestazione nel quartiere di Catania: studenti e giovani al centro

Librino rinasce con il "Rito della luce"

Il 21 dicembre la Fondazione Fiumara d’Arte organizza a Catania la tre giorni
Mercoledì 23 Luglio 2014 12:30:27
chiudi

Recupero password

Inserisci la tua mail e ti
rimanderemo la tua password:

Registrati Hai dimenticato la password