Focus

In Toscana si investe per la ciclabilità

La Regione ha stanziato sette milioni e 300 mila euro per dotarsi di mille chilometri dedicati alle piste ciclabili e ai percorsi cicloturistici

La Toscana sempre più "a misura di pedali". Sono oltre mille i chilometri di piste ciclabili e percorsi cicloturistici di cui presto sarà dotata la Regione.

La cifra, spiega una nota della Toscana, comprende le opere già completate (292 chilometri di piste ciclabili distribuiti in 50 Comuni toscani e 103 chilometri di percorsi cicloturistici distribuiti in 20 Comuni), quelle in corso di realizzazione (50 chilometri di piste e 11 di percorsi cicloturisti) e quelle previste (altri 250 chilometri di piste e 100 di percorsi cicloturistici).

Un totale di infrastrutture per le quali la Regione ha già stanziato ad oggi circa sette milioni e 300mila euro. L'investimento rientra nelle misure per la mobilità sostenibile a vantaggio dell'uso del mezzo leggero e di quello pubblico. Più di un toscano su tre (il 36,4%) e quindi più di un milione e 300 mila persone in Toscana, per diversi motivi, usano la bicicletta almeno una volta alla settimana, oltre 500 mila (il 15,1%) usano la bicicletta tutti i giorni.

Sui 10 milioni di spostamenti che avvengono in regione, un milione, il 10% dunque, sono fatti su bici che è il mezzo più usato dopo l'automobile. Se al nord Italia, area naturalmente vocata all'uso della bicicletta per le sue caratteristiche geografiche, l'80% delle famiglie possiede una bici, in Toscana la percentuale dei nuclei familiari possessori di una bici si attesta sul 67%. Cifra superiore alla media italiana che è del 59%.

In Toscana, un terzo degli spostamenti a pedali sono effettuati per lavoro (gli altri due terzi per la gestione della vita familiare e per il tempo libero). La quota di spostamenti pendolari in bicicletta oggi si attesta al 3,1%, ma vi sono zone e città dove sale sopra il 5%. A Pisa, per esempio, il 14,1% degli spostamenti pendolari sono effettuati in bicicletta, e anche in diverse città (Viareggio, Lucca, Grosseto, Livorno, Firenze, Pontedera e Empoli) si supera il 5% di tragitti casa-scuola e casa-lavoro in bicicletta.

Si tratta di cifre «che indicano che l'uso della bicicletta è sviluppato e non riguarda utenze marginali, ma migliaia di persone ogni giorno - commenta l'assessore regionale toscano ai trasporti Riccardo Conti - il che mostra anche le potenzialità dello sviluppo del mezzo, dato da tenere presente in vista del 2013 quando, grazie all'Alta Capacità, ci saranno 500mila persone ogni giorno che vanno a lavoro in treno. E che possono usare la bici».

 

 

30 Aprile 2008

Share |

Biomasse, la nuova edizione del forum

Evento principale della giornata sarà il Forum Mondiale sulle bioenergie

Troppe discariche, Europa vs l'Italia

Aperta una procedura d’infrazione nei confronti della Penisola per 102 siti

Ambiente, meno soldi dallo Stato

Decremento del 20% nel 2012, del 26% nel 2013 e 32% nel 2014

Piano Anbi 2012 per tutela territorio

Le proposte per arginare un fenomeno che divora tre milioni di territorio

Eolico: investimenti milionari Ue 2011

Dati Ewea: dai 27 Paesi spesi 12,6 miliardi per una produzione di 93.957 MW

Global warming, sole responsabile?

Ricerca tedesca: stella responsabile per il 50% del riscaldamento del Pianeta
Mercoledì 23 Luglio 2014 12:30:27
chiudi

Recupero password

Inserisci la tua mail e ti
rimanderemo la tua password:

Registrati Hai dimenticato la password