Territori

Altroconsumo: male i trasporti a Roma

Inchiesta condotta dall'associazione che ha monitorato l'indice di gradimento del servizio pubblico in 12 città italiane. Capitale agli ultimi posti

Su una scala da uno a cento, la soddisfazione dei romani per i mezzi pubblici si ferma a quarantacinque. A dirlo è un'inchiesta condotta dall'associazione Altroconsumo, che ha monitorato l'indice di gradimento del trasporto pubblico in dodici città italiane.

Nella classifica stilata direttamente dai cinquemila utenti intervistati, la Capitale si piazza tra le ultime cinque posizioni, seguita da Napoli (44), Firenze 43), Catania (38) e Palermo (30). Meglio di Roma, ma sempre insufficienti, i trasporti a Milano (56) e Torino (57).

In particolare, secondo la ricerca di Altroconsumo, nella Capitale le insufficienze più gravi si registrano per gli autobus, bocciati dagli utenti romani con un trentanove, mentre il trasporto su tram riceve un 47 su 100.

Il voto raggiunge quasi la sufficienza per la metropolitana capitolina (58), che però risulta peggiore non soltanto di quella milanese (67) e torinese (83), ma anche della rete metro di Napoli (60).

Secondo lo studio sono in molti a pensare che la situazione nella propria città sia peggiorata negli ultimi due anni: uno su quattro a Roma, uno su cinque a Milano e Napoli, e più del 40% a Palermo, Firenze, Genova e Catania. 

Per quanto riguarda la sicurezza percepita sui mezzi di trasporto, la ricerca condotta da Altroconsumo ha rilevato che i cittadini romani si sentono a rischio borseggiatori per il 63% dei casi sulla metropolitana e per il 54% dei casi sul tram, facendo scendere Roma tra le città con i mezzi di trasporto meno sicuri insieme a Catania (71% degli intervistati) e Milano (51%) per quanto riguarda la metro, e Napoli (85%) e Torino (56%) per quanto riguarda i viaggi in tram.

Mezzi pubblici romani tra i più rischiosi anche sul versante del timore delle aggressioni: il 32% degli utenti non si sente al sicuro sui tram capitolini, mentre il 31% ha questa percezione sulla metropolitana.

Sul versante degli autobus, con un tasso del 15% i biglietti dei romani sono tra i meno controllati tra le città prese in esame: più controlli sia a Napoli (47%) che a Palermo (39%). 

La nota positiva per i mezzi pubblici capitolini riguarda le tariffe: Roma si attesta tra le città meno care per quanto riguarda il costo del biglietto: 1 euro al pari di Milano, ma inferiore all'1 e 20 di Genova e Firenze e all'1 e 30 di Palermo.

Costi tra i più contenuti anche per l'abbonamento mensile, che a Roma con trenta euro è più caro soltanto di quello venduto a Cagliari (25 euro), ma è pari a quello di Milano e inferiore a tutto gli altri (in testa Palermo con 48 euro).

Dall'analisi risulta infine che in media nelle città italiane soltanto l'11,6% degli spostamenti avviene sui mezzi pubblici, ma la percentuale sale al 32% a Roma e al 47% a Milano.

Tuttavia, spiega Altroconsumo, anche questi due grandi centri restano lontani dalle percentuali di altre grandi città europee, come Barcellona, dove il 67% dei cittadini sceglie i mezzi pubblici, Parigi e Madrid (entrambe 63%).

31 Agosto 2010

Share |

Parco delle Madonie, occasione mancata?

Sabato 8 giugno i Lions Club Cefalù e Madonie intervengono sulle tematiche

Mobilitazione per la Città della Scienza

Istituzioni, Parlamento europeo, politici impegnati per la ricostruzione

Flora, fauna e tendenze a Floracult

La quarta edizione si è conclusa con un grande successo di pubblico

A Parma il convegno sul D.A.C.

Sabato 2 marzo un workshop sul Marketing territoriale e delle Reti di impresa

Idrovia Ferrarese: viaggiare slow

Un video di Patrizio Roversi racconta i 70 chilometri di percorso navigabile

A Librino il Rito della luce, parla Pres

La manifestazione nel quartiere di Catania: studenti e giovani al centro
Sabato 02 Agosto 2014 12:30:27
chiudi

Recupero password

Inserisci la tua mail e ti
rimanderemo la tua password:

Registrati Hai dimenticato la password