Popolazione mondiale e crescita demografica

0
779
Popolazione-mondiale

Con popolazione mondiale si intende il numero di persone viventi sul nostro pianeta in una precisa data e negli ultimi anni si sta parlando sempre più di frequente di questo fattore poichè secondi alcuni studiosi rappresenterebbe un vero e proprio problema. Il fatto che la popolazione mondiale sia in continuo aumento, infatti, costituirebbe un fattore di rischio determinante per le emergenze di carattere ambientale come ad esempio l’effetto serra e il surriscaldamento globale.

Passato, presente e futuro della popolazione mondiale

Popolazione-mondialeLa popolazione mondiale è cresciuta in continuazione a partire dalla piaga della peste nera del XIV secolo e si stima un progressivo aumento, almeno fino al 2100. Questo, come vedremo tra poco, potrebbe rappresentare un problema serio per via del conseguente incremento delle emergenze di carattere ambientale.

Siete curiosi di scoprire a quanto ammonta di preciso la popolazione mondiale in questo esatto momento? Il Wordometer permette di consultare i dati aggiornati in tempo reale ed è uno strumento molto interessante: attualmente, la popolazione mondiale ammonta a circa 7,492 miliardi di persone. 

Molti ritengono che la crescita progressiva della popolazione sia dovuta ad un aumento dei tassi di natalità ma in realtà non è proprio così: prima ancora delle nascite, questo fenomeno dipende da un miglioramento delle condizioni di vita e dall’introduzione di farmaci in grado di ridurre i tassi di mortalità facendoci vivere di più.

Ma quale sarà il futuro della popolazione mondiale? Secondo le stime più recenti dell’Onu, aggiornate a luglio 2015, nel 2030 sulla Terra ci saranno circa 8,5 miliardi di persone e queste continueranno a crescere: nel 2050 il nostro pianeta arriverà a contare ben 9,7 miliardi di abitanti e 11,2 miliardi nel 2100. Secondo la maggior parte dei demografi e degli studiosi, entro il 2100 dovrebbe verificarsi una diminuzione dei tassi di natalità.

I rischi del sovrappopolamento

Popolazione-mondialeLa progressiva e costante crescita della popolazione mondiale deve farci preoccupare sotto diversi aspetti: il sovrappopolamento del nostro pianeta infatti rappresenta secondo gli studiosi un vero e proprio problema al quale bisogna trovare una soluzione (che tuttavia ancora non si riesce ad individuare).

L’esaurimento delle risorse

La popolazione mondiale, attualmente, ha già meno risorse di quante gliene occorrano: le disponibilità annuali vengono esaurite infatti in meno di 6 mesi. Questo significa che, mano a mano che le persone sulla Terra aumenteranno, diminuiranno sempre di più le risorse a disposizione per il loro sostentamento. Per fare un esempio, la FAO ha stimato che entro il 2050 la quantità di acqua a disposizione di ogni singolo individuo scenderà del 73%: questo è un dato allarmante, se consideriamo l’importanza di questo bene per l’intera nostra esistenza.

Le conseguenze ambientali

Come abbiamo già accennato, anche l’ambiente è messo a dura prova dal fenomeno del sovraffollamento globale: l’aumento della popolazione globale infatti non fa altro che aumentare tutti quei fenomeni ambientali preoccupanti come l’effetto serra, l’inquinamento atmosferico, il surriscaldamento ed i cambiamenti climatici conseguenti. Per non parlare poi della deforestazione, che come abbiamo già visto è una diretta conseguenza dell’aumento della popolazione globale.

Misure per ridurre il sovrappopolamento globale

L’aumento della popolazione mondiale non è uniforme in tutte le aree della Terra: nei Paesi in via di sviluppo si registrano infatti degli elevatissimi tassi di natalità. Per questo, l’Onu sta cercando di mettere in atto una serie di misure volte ad operare un controllo demografico nelle zone più popolate come la Nigeria e altri paesi dell’Africa.

Potrebbe interessarti anche…