160 piante estinte potrebbero tornare in vita?

Secondo quanto emerge da due nuovi studi internazionali ben 160 piante estinte, finora sconosciute, potrebbero presto tornare a popolare il pianeta. Non solo, ma sono anche state riscontrate 12 piante considerate estinte, ma in realtà ancora in natura.

Crescita, Piante

L’attuale perdita di biodiversità e le tante specie minacciate sono il triste esempio di un’attività antropica invasiva. Si pensi che molti studiosi parlano da tempo della sesta estinzione di massa e che considerando le sole specie vegetali esistenti, poco meno della metà potrebbe estinguersi a breve.

E se da un lato la specie umana è riconosciuta come la principale responsabile dei danni ad altri esseri viventi e all’ambiente, sempre l’essere umano può tentare di rimediare ad anni di errori e cecità, ma certo per farlo è bene innanzitutto conoscere.

E i nuovi studi internazionali che hanno portato alla scoperta di 160 nuove specie ormai estinte ma che potrebbero tornare a popolare la Terra sono esempio di quanto importante possa essere sapere anche per permettere la rinascita, la conservazione e anche salvaguardare al meglio.

I nuovi studi sulle piante estinte

Piante, Maggio

Pubblicati sulla rivista Nature Plants, due studi internazionali coordinati da Thomas Abeli e Giulia Albani condividono un’importante nuova scoperta: esistono 160 specie di piante ormai estinte e mai riconosciute prima che non è improbabile, un giorno, possano tornare in vita.

Non solo, ma e altre 12 piante sono state riconosciute analizzando i semi ed è stato compreso che finora, queste fossero erroneamente considerate estinte.

Un risultate che dunque rincuora quello raggiunto dai ricercatori dell’Università di Roma Tre con la partecipazione dell’università di Pisa e di Pavia. In generale gli studi si concentrano sulla possibile il rinascita di un totale di 360 specie vegetali attualmente considerate estinte; l’obiettivo è poi molto importante per il momento attuale, perché l’intenzione è capire se possa essere possibile recuperare alcune specie, attraverso una, appunto, ‘de-estinzione’. A tal proposito uno dei coordinatori dello studio, Thomas Abeli, ha spiegato:

Esiste la possibilità di riportare in vita piante estinte i cui semi sono conservati nelle collezioni naturalistiche, in particolare negli erbari. Questa ricerca rappresenta il primo passo verso tale direzione e ha permesso di individuare circa 160 specie estinte di cui ancora esistono semi in oltre 60 erbari di tutto il mondo.