Allarme siccità, prezzi in aumento nei Supermercati

-
30/06/2022

A causa dell’attuale emergenza idrica, che sta coinvolgendo buona parte del territorio italiano, i prezzi dell’ortofrutta stanno subendo pesanti rincari. La situazione di forte siccità di queste settimane sta influenzando la filiera agroalimentare, riflettendosi sui prezzi dei prodotti venduti nei supermercati.

young-woman-buys-groceries-supermarket-with-phone-her-hands

L’emergenza idrica di questi giorni sta causando gravi danni alla filiera agroalimentare, riflettendosi anche sui prezzi dell’ortofrutta nei supermercati, che stanno subendo dei forti rincari. Tuttavia, a causare l’aumento dei prezzi non è soltanto la siccità, ma anche altri fattori che hanno colpito gli agricoltori.

Allarme siccità: aumentano i prezzi dell’ortofrutta

Rotazione, Agricoltura

Secondo le previsioni dell’Osservatorio del Centro agroalimentare di Roma, i prezzi subiranno degli incrementi medi del 30- 40% e affiancati da una diminuzione della disponibilità del prodotto del 20-30% rispetto agli anni precedenti.

A risentire maggiormente dell’emergenza idrica sono o i prodotti a foglia, le cocomeri e i prodotti in serra. Al Nord, per esempio, i prodotti più colpiti sono state le barbabietole, il mais, semi di girasole, della soia e del grano tenero. Inoltre, sono aumentati i prezzi dei seguenti prodotti:

  • i cetrioli del 133%;
  • le cipolle rosse di tropea del 100%;
  • le zucchine dell’85,7%;
  • la lattuga del 66,7%;
  • il cavolfiore bianco del 44,4%;
  • la cicoria del 20%.

Supermercati: le cause dei rincari oltre la siccità

Agricoltura

A causare l’aumento dei prezzi nei supermercati non è soltanto la siccità, ma anche il caro-carburante per poter irrigare i campi, che ha costretto gli agricoltori a utilizzare motori a pompe elettriche consumando gasolio. A tal proposito, Paolo Minella, tecnico agronomo e consulente di Coldiretti Padova, ha spiegato:

Il consumo energetico è elevatissimo e, naturalmente, si ripercuote sul costo finale e tra l’altro una parte dell’acqua nel terreno evapora e quindi viene persa.

Un’ulteriore problema è quello delle speculazioni, secondo cui molti agricoltori assicurano che i costi delle materie prime siano aumentati prima dell’invasione dell’Ucraina da parte di Mosca, che ha fornito una giustificazione al rincaro dei prezzi.