Baobab: l’albero africano della longevità muore per i cambiamenti climatici

0
127
Baobab

Il baobab è una pianta dalla forma particolare e ricca di caratteristiche molto curiose, al punto che nel corso dei secoli sono nate diverse leggende sul suo conto. In tutto il mondo ne esistono 8 specie, sette delle quali sono africane mentre una trova il suo habitat perfetto in Australia. Conosciuto come l’albero sacro della longevità, il baobab può sopravvivere per molti secoli e alcuni esemplari sono sulla nostra Terra da ben 3.000 anni.

Purtroppo però, anche questo straordinario albero, ricco tra l’altro di importantissime proprietà benefiche per la nostra salute, rischia di scomparire. Negli ultimi 10 anni sono morti esemplari che avevano un’età compresa tra i 1.000 ed i 2.500 anni e le cause sono ancora oggetto di studio. Sembra però che anche in questo caso i cambiamenti climatici abbiano un ruolo fondamentale e potrebbero essere stati proprio questi a provocare la prematura scomparsa dei baobab.

Baobab: aspetto e caratteristiche

Il baobab (nome scientifico Adansonia) è un albero che può raggiungere dimensioni davvero considerevoli: alcuni esemplari arrivano ad altezze di 25 o addirittura 30 metri ed il diametro del tronco può superare i 7 metri. Parliamo di una specie caducifoglie con tronco molto grande e rami disposti a raggiera che in alcuni mesi ospitano delle foglie palmate. Durante la fioritura spuntano dei grandi giori profumati, che però si schiudono solamente di notte e producono dei frutti commestibili.

Come abbiamo accennato, il baobab è un albero secolare o addirittura millenario ed il tronco è spesso vuoto al suo interno. In Africa è possibile trovare esemplari in grado di contenere decine di persone.

Habitat e diffusione del baobab

7 delle specie esistenti al mondo di baobab trovano il loro habitat prediletto in Africa e 6 di queste sono endemiche del Madagascar. Una sola specie, ossia l’Adansonia Gregorii è endemica dell’Australia nord-occidentale, mentre la A. Digitata è diffusa in tutta l’Africa continentale. Il baobab è un albero che riesce ad adattarsi molto bene ai vari habitat e vanta una grandissima resistenza. Nemmeno un incendio può causare loro danni, il che fa riflettere parecchio sulle possibili cause della loro morte negli ultimi anni. Nel corso dei secoli numerosi esemplari sono stati privati della corteccia e nemmeno questo ha provocato problemi nella pianta, che ha continuato a crescere e svilupparsi.

Il mistero della morte dei baobab

La morte di così tanti esemplari di baobab negli ultimi 10 anni ha spinto la comunità scientifica a porsi diversi interrogativi. Questi alberi millenari non sono mai andati incontro ad una scomparsa così “di massa” ed il fatto che molti esemplari siano morti nello stesso periodo pone diversi dubbi. Ad oggi la questione non è ancora stata risolta, ma a quanto pare anche in questo caso sembra che vi sia un collegamento con i cambiamenti climatici. Secondo le prime ipotesi degli studiosi, infatti, la spiegazione più logica di questo fenomeno sono proprio le variazioni climatiche che hanno interessato l’Africa così come tutto il Pianeta negli ultimi anni. Si tratta di un’ipotesi che deve ancora trovare conferma, ma che dimostrerebbe quanto, ancora una volta, l’uomo stia distruggendo le proprie risorse.


Loading...