Barbabietola: storia, proprietà e controindicazioni di un alimento antico

0
608
Barbabietola

La barbabietola (beta vulgaris) è un alimento che viene utilizzato sin dall’antichità: ha fatto la sua comparsa già nel mondo greco e se in un primo momento era coltivata esclusivamente per le sue foglie, si diffuse presto anche la sua radice (specialmente quella della barbabietola rossa). Questa pianta era in origine impiegata a scopi curativi, ma con il passare del tempo divenne famosa per la produzione dello zucchero. Oggi sappiamo che esistono diverse qualità di barbabietole: quella da zucchero appunto, quella da orto che troviamo anche dal fruttivendolo e quella da foraggio destinata all’alimentazione del bestiame.

Barbabietola: le varie qualità

Come abbiamo appena accennato, esistono diverse qualità di barbabietola: quella da zucchero e quella da orto sono le più famose e impiegate nell’industria alimentare.

Barbabietole da zucchero

La barbabietola da zucchero contiene, nelle radici, un’altra concentrazione di saccarosio. A partire dal 1800, con il perfezionamento delle tecniche di estrazione, questa pianta divenne quindi importantissima e oggi solo in Europa vengono coltivati 120 milioni di tonnellate di barbabietole. Lo zucchero estratto da questa pianta è ormai diffuso in tutte le nostre case e tra i maggiori produttori troviamo la Francia e la Germania. In Europa, il 90% del fabbisogno di zucchero è oggi soddisfatto dalla coltivazione della barbabietola.

Barbabietole rosse o da orto

Barbabietola-rossaLa barbabietola rossa deve il suo colore molto acceso ad un colorante naturale chiamato E 162 e viene oggi impiegata nell’industria alimentare. Vanta infatti numerose proprietà benefiche ma anche qualche controindicazione: è infatti ricca di zuccheri e andrebbe quindi consumata con attenzione da coloro che soffrono di diabete. Come vedremo, questa verdura ha un apporto calorico molto basso: 100 grammi di barbabietola rossa contengono solamente 20 Kcal. 

I benefici e le proprietà della barbabietola

La parte della barbabietola che viene mangiata è la radice, la quale vanta numerose proprietà e benefici che vale la pena menzionare. Come abbiamo già visto, questo alimento ha un apporto calorico davvero molto basso quindi viene spesso indicato anche nelle diete dimagranti ma gli effetti benefici che può garantire sono davvero interessanti:

Proprietà antitumorali

Le proprietà antitumorali delle barbabietole sono state descritte in diversi studi condotti nel corso degli anni. Sembra proprio che questa radice sia in grado di rallentare la crescita e lo sviluppo delle cellule tumorali e in particolare avrebbe benefici in caso di cancro al colon, alla mammella e alla prostata. Le ricerche stanno proseguendo, ma gli esiti positivi di alcuni studi fanno ben pensare sulle effettive proprietà antitumorali della barbabietola rossa.

Proprietà depurative

Questa radice contiene saponine, le quali sono in grado di facilitare l’eliminazione dei grassi da parte dell’organismo. Per questo motivo si ritiene che la barbabietola abbia interessanti proprietà depurative e dimagranti.

Proprietà benefiche per il sistema cardiocircolatorio

La barbabietola rossa fa bene anche per il sistema cardiocircolatorio: contiene infatti acido folico, che in sinergia con la betaina è in grado di rinforzare i vasi capillari.

Proprietà antidepressive

Le barbabietole rosse contengono diverse sostanze utili per contrastare la depressione come la betaina e il triptofano. Quest’ultimo stimola la produzione di serotonina, il famoso ormone della felicità.

Ti potrebbe interessare anche…