Bollette: quali elettrodomestici consumano più da spenti

-
18/10/2022

Per risparmiare sulle bollette è bene anche fare attenzione agli elettrodomestici quando spenti o in standby perché potrebbero consumare più energia del previsto. Vediamo insieme quali sono da tenere sotto controllo.

Consumo, Energia

Secondo le ultime previsioni, le bollette di ottobre potrebbero superare il 60 per cento e per questo motivo è bene fare attenzione a ridurre i consumi.

Tra i vari consigli che è bene tenere a mente per risparmiare, alcuni in particolare riguardano gli elettrodomestici quando sono spenti o rimangono in standby. Alcuni di questi, infatti, potrebbero impattare più del previsto sull’importo finale delle bollette.

Il costo nascosto degli elettrodomestici in standby arrivava fino a 72€ all’anno, prima della crescita dei prezzi dell’energia, ma ora il peso annuo può salire anche a 100-150€.

Bollette: attenzione agli elettrodomestici spenti

Consumi, Elettrici

La maggior parte degli apparecchi continuano a consumare energia, sebbene non siano in funzione, e questo accade perché sono ancora connessi alla corrente. Infatti, nonostante siano in standby, questi continuano a lavorare e consumare.

A consumare corrente quando sono spenti sono diverse tipologie di elettrodomestici, come la televisione quando è spenta e la macchinetta del caffè in preriscaldamento. Quest’ultime, infatti, solitamente prevedono lo spegnimento automatico dopo l’utilizzo, ma durante l’attesa consumano energia; perciò, può è bene spegnerli o staccare la presa appena finito di utilizzarli.

Anche i caricatori del telefono o del computer consumano energia, soprattutto se rimangono attaccati alla presa anche se carichi. Vale lo stesso per il telefono cordless.

Infine, a consumare energia in modalità standby è il microonde, in grado di consumare anche più di tre watt all’ora. Inoltre, è bene chiudere sempre lo sportello, altrimenti il consumo si moltiplica. A incidere sulle bollette è anche la consolle per videogiochi quando collegata alla Tv e alla presa, che da spenta è in grado di consumare 1 watt ogni ora.

Il consiglio, dunque, è quello di staccare sempre le prese o evitare che i dispositivi siano in modalità stand by, per risparmiare qualche euro sulle bollette.