Caldaie: quali sono le detrazioni previste?

-
05/09/2022

Nel corso degli ultimi anni il governo ha introdotto diverse agevolazioni per aumentare l’efficienza energetica e il risparmio delle abitazioni, alcune delle quali rivolte alle caldaie. Vediamo insieme quali.

Boiler water heater with radiator and washbasin

Nel caso in cui si decida di modificare la propria caldaia per aumentarne l’efficienza energetica e risparmiare, è possibile usufruire di alcune detrazioni. In questo caso, infatti, non è previsto un unico e uno specifico bonus, bensì una serie di agevolazioni.

Vediamo insieme di quali bonus usufruire per migliorare la propria caldaia.

Come funziona la detrazione per riqualificazione energetica

Boiler water heater wall connected with radiator

Tra le agevolazioni previste dallo Stato per apportare dei miglioramenti alle caldaie presenti nella propria abitazione, troviamo la detrazione per riqualificazione energetica, di cui è possibile usufruire per quegli interventi che aumentano il livello di efficienza energetica degli edifici esistenti.

L’agevolazione in questione spetta anche per l’acquisto di generatori d’aria calda a condensazione e la sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con apparecchi ibridi costituiti da pompa di calore integrata con caldaia a condensazione.

Le detrazioni riconosciute sono due: una del 50% e una del 65%. La prima è riconosciuta per:

la sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di caldaie a condensazione con efficienza almeno pari alla classe A di prodotto (dal 2018 gli impianti dotati di caldaie a condensazione con efficienza inferiore alla classe A sono esclusi dall’agevolazione).


Leggi anche: Caldaia a condensazione: guida completa

Se sono anche dotati anche di sistemi di termoregolazione evoluti è riconosciuta la detrazione più elevata.

Detrazione ristrutturazioni edilizie

Boiler water heater with plastic tubes on wall

Per i lavori finalizzati al conseguimento di risparmio energetico è prevista anche la detrazione ristrutturazioni edilizie. Per poter usufruire dell’agevolazione è necessario che le spese siano state effettuate tramite bonifico e le informazioni sui lavori realizzati trasmesse all’Enea. Per quanto riguarda la sostituzione della caldaia di può usufruire del Superbonus 110% se:

l’intervento è effettuato congiuntamente ad uno degli interventi trainanti effettuati dal condominio e la caldaia possiede le caratteristiche indicate nell’articolo 14 del decreto legge n. 63/2013.

Inoltre:

Nella situazione prospettata per la sostituzione della caldaia e delle finestre comprensive degli infissi potrà beneficiare del Superbonus del 110% della spesa sostenuta se la caldaia e le finestre possiedono i requisiti richiesti ai sensi dell’articolo 14 del decreto legge n. 63/2013. Pertanto, a fronte di una spesa di 8.000 euro, otterrà una detrazione di 8.800 euro (110%), da utilizzare in 5 anni in quote annuali da 1.760 euro.