Cicogna: l’uccello elegante e maestoso, carico di significati simbolici

0
424
Cicogna

La cicogna è un uccello che appartiene al genere ciconia e alla famiglia dei ciconidi. La conosciamo tutti, almeno idealmente perchè avvistare questo esemplare non è di certo facilissimo. Nel mondo esistono 7 specie differenti di cicogne, ma la più famosa alle nostre latitudini è sicuramente la cicogna bianca, diffusa in Europa, Asia ed Africa. Quello che in molti non sanno è questo uccello si era completamente estinto nel nostro Paese già nel tardo Medioevo ed è tornato in Italia solamente nella metà del 1900 quando ha ricominciato a nidificare in Piemonte. Oggi, grazie ai diversi progetti di reintroduzione di questa specie, la cicogna bianca si è diffusa nuovamente in varie regioni d’Italia e la possiamo ammirare in tutto il suo splendore.

Cicogna: caratteristiche e aspetto

Gli uccelli che appartengono a questo genere sono solitamente di grandi dimensioni e raggiungono un’altezza di 1 metro, mentre l’apertura alare è intorno ai 180 cm anche se può variare a seconda della specie. Il becco è lungo e molto pronunciato, mentre il colore del piumaggio cambia di specie in specie. Hanno le zampe molto lunghe, le cicogne, proprio come i fenicotteri: questa caratteristice contribuisce a rendere il loro aspetto particolarmente maestoso ed elegante.

Cicogna bianca o europea

Cicogna-biancaLa cicogna bianca o cicogna europea (Ciconia ciconia) è diffusa in Europa, Asia ed Africa ed è un uccello migratore che si sposta di continente in continente per inseguire il caldo. Inconfondibile per via del suo piumaggio bianco e nero (quest’ultimo concentrato solamente su alcune ali dette remigranti) ha un’altezza considerevole che in alcuni casi supera i 100 cm ed un’apertura alare di quasi 220 cm. Si tratta di una specie ormai diffusa in Italia, in diverse regioni tra cui Piemonte, Lombardia, Veneto, Friuli, Toscana, Emilia Romagna ma anche Campania, Puglia, Calabria, Sicilia e Sardegna.

Cicogna nera

Le cicogne nere sono caratterizzate da un piumaggio del tutto particolare, di colore nero per l’appunto, e da dimensioni leggermente inferiori. Non raggiungono in altezza i 100 cm ma l’apertura alare è comunque considerevole e in alcuni casi supera i 2 metri. Rispetto a quella bianca, la cicogna nera è più rara ed è più difficile da avvistare, ma in Italia la si trova in alcuni periodi in diverse regioni: Piemonte, Lazio, Basilicata, Calabria e Campania.

Il significato simbolico della cicogna bianca

La cicogna bianca è ormai da tempo il simbolo di prosperità e fertilità: si racconta ad i bambini che sia proprio questo uccello a portarli al mondo e consegnarli ai propri genitori. Al di là di queste credenze ormai trasmesse di generazione in generazione, le cicogne sono uccelli carichi di significati positivi e sono sempre simbolo di buon auspicio.

Le minacce attuali: i cambiamenti climatici

Le cicogne bianche hanno sofferto per molti anni e oggi non si possono considerare completamente al sicuro. Non rischiano l’estinzione però devono continuamente fare i conti con le minacce alla loro sopravvivenza, costituite soprattutto dai cambiamenti climatici e di conseguenza della perdita di alcuni habitat storici per loro. Durante lo svernamento africano, la cicogna bianca incontra sempre più di frequente difficoltà, dovute alla siccità e all’avanzare delle zone desertiche.

Ti potrebbe interessare anche…


Loading...