I vantaggi del clima mediterraneo

0
6940
Clima-mediterraneo

Il clima mediterraneo è il più sfortunato della classificazione imposta da Wladimir Koppen (famoso climatologo russo che ideò la scala dei climi), in quanto è il meno esteso ed è caratterizzato da inverni miti ma molto piovosi e da estati lunghe, secche e afose, con una rilevante siccità. Il binomio tra mesi caldi secchi e mesi freddi piovosi è la caratteristica più evidente di tale clima, infatti, negli altri climi (ad esclusione di quelli marittimi, in cui piove sempre e quelli desertici, in cui non piove mai), le precipitazioni sono concentrate nella stagione calda, mentre con il clima mediterraneo le piogge sono molto scarse, svantaggiando l’agricoltura.

La presenza del mare è un aspetto che influenza le temperature mitigandole tutto l’anno, le escursioni termiche infatti sono modeste e inferiori ai 20°C. Il mare trattiene il calore estivo e lo rilascia durante i mesi invernali. La quantità totale di precipitazione del clima mediterraneo sono risultate inferiori di un terzo rispetto al mese invernale più piovoso, e in qualunque altro caso sono inferiori ai 30 mm. Nonostante queste caratteristiche è stato evidenziato che questo clima ha due sottotipi: CSA con estate calda e CSB con estate più tiepida.

  • Il primo fototipo (csa) si manifesta con temperature estive superiori a 22°C e colpisce le aree costiere del Mediterraneo e dell’oriente, le zone costiere esterne hanno invece, temperature inferiori ai 20°C. Nelle regioni interne della California, ad esempio Red Bluff, si registrano temperature molto elevate, quasi 30°C.
  • Il secondo fototipo (csb) colpisce le coste californiane e dell’Oregon, come Santa Monica e San Francisco, con temperature tra i 18,9°C e i 17,7°C, ma anche la Francia, il Marocco, la Turchia, il Cile e l’Australia. Nelle isole Farallon, di fronte alla baia di San Francisco, la temperatura è sempre costante, in inverno risultano 12°C e in estate 14°C.

Clima-mediterraneo-cartina

Il clima mediterraneo è tipico delle regioni europee che si affacciano sull’omonimo mare, la parte centrale-meridionale della Spagna, la costa mediterranea francese, la penisola balcanica e della Crimea. Per quanto riguarda l’Italia, troviamo questo clima nelle coste liguri e tirreniche (la strategica ubicazione, la rende piacevole anche nei mesi invernali) e tutta la zona della riviera del Conero, nelle Marche, fino ad Ancona. La costa più orientale del mediterraneo, quella che comprende la Dalmazia, Istria e Trieste, ne risente meno, per l’influenza del clima continentale della vicina pianura Padana. La parte più estrema dello Stivale, come Sicilia e Sardegna (ad esclusione della parte montuosa), è molto mediterranea quasi sconfinando nel clima torrido subtropicale.

In sostanza il clima mediterraneo è un clima quasi tropicale, infatti, molte regione per via della loro posizione geografica ne risentono molto delle caratteristiche di queste temperature, ma sconfinando anche in climi più tropicali, trattandosi di zone adiacenti a nord o poco più a sud dei Tropici e la vicinanza di mari e oceani mitigano notevolmente le temperature. È questa la ragione per cui il clima mediterraneo viene talvolta considerato subtropicale, come per esempio dagli studiosi climatologhi Troll e Paffen.


Loading...