Cogenerazione: come funziona e quali sono i vantaggi per l’ambiente

0
61
Cogenerazione

Ultimamente si parla sempre più spesso di impianti di cogenerazione, che permettono di ridurre di moltissimo le emissioni nocive immesse nell’ambiente. Grazie infatti a questo innovativo metodo per la produzione di energia elettrica, è possibile massimizzare i risultati ed ottenere anche tutta l’energia termica che altrimenti sarebbe dispersa nell’ambiente. In sostanza quindi, un impianto di cogenerazione è in grado di produrre due tipi di energia: quella elettrica e quella termica, in un solo processo. Vediamo più da vicino come funziona e quali sono i vantaggi di questa soluzione che sta prendendo sempre più piede anche all’interno delle abitazioni private. 

Impianto di cogenerazione: come funziona?

CogenerazioneNelle centrali termoelettriche i combustibili vengono trasformati in energia elettrica. Quello che in molti non sanno però è che solamente una piccola parte del combustibile impiegato permette di ottenere energia elettrica. Durante il processo di combustione, infatti, il 35% dei combustibili vengono trasformati in energia elettrica mentre il rimanente 65% viene disperso nell’ambiente sotto forma di energia termica. Questo significa che durante il processo di produzione di energia elettrica viene sprigionato un grande quantitativo di energia che viene letteralmente buttato via.

Un impianto di cogenerazione è pensato proprio per sfruttare anche quel 65% e riutilizzarlo per il riscaldamento delle abitazioni o degli edifici pubblici. Questo tipo di processo viene realizzato in specifiche centrali termoelettriche, ma esiste anche la micro-cogenerazione, che prevede l’installazione di un piccolo impianto ad uso domestico. In sostanza, qualsiasi impianto di cogenerazione ha un funzionamento piuttosto semplice: il vapore o l’acqua calda generatisi nella produzione di energia elettrica vengono recuperati e trasformati in energia termica. 

I vantaggi di un impianto di cogenerazione

Gli impianti di cogenerazione si stanno diffondendo sempre di più, sia a livello di centrali termoelettriche che ad uso privato. Effettivamente, questo metodo di produzione combinata di energia consente di ottenere diversi vantaggi che non sono da sottovalutare. Vantaggi sia in termini economici che ambientali:

Vantaggi ambientali

Dal punto di vista ambientale, questi impianti riducono di moltissimo le emissioni nocive responsabili dell’inquinamento atmosferico. Secondo una ricerca condotta da Althesys infatti, se tra il 2017 ed il 2020 venisse installato un numero contenuto di micro-generatori, l’emissione di gas serra e polveri sottili nell’ambiente si ridurrebbe di circa 500.000 tonnellate! Questo perchè con un impianto di cogenerazione è in grado di produrre due tipi di energia in un solo processo.

Vantaggi economici

Questo tipi di impianto permette di ridurre moltissimo anche le spese per la produzione di energia elettrica e termica, proprio perchè vengono prodotte contemporaneamente quindi con minor dispendio di risorse. Gli impianti di micro-cogenerazione ad uso domestico permettono ad esempio di dimezzare le spese in bolletta.

Risparmio energetico

Collegato a quelli appena citati, questo vantaggio riguarda propriamente l’impiego dei combustibili fossili e non solo. Grazie alla cogenerazione è possibile naturalmente “consumare” meno materie prime ed ottenere due tipi di energia invece che solamente uno.

Micro-cogenerazione domestica

Il riscaldamento delle abitazioni private, lo abbiamo già visto, è responsabile di moltissime emissioni nocive e dell’inquinamento atmosferico. Installando un impianto di micro-cogenerazione nelle case private è possibile ottenere tutti i vantaggi che abbiamo appena descritto e quindi fare del bene non solo all’ambiente ma anche al portafogli e alla propria salute. 

Ti potrebbe interessare anche…

LEAVE A REPLY