Come smaltire la tinta per capelli?

-
22/09/2022

Tante persone usano fare la tinta per capelli da soli a casa senza recarsi dal parrucchiere. In commercio ne esistono tantissimi tipi, da quelle più naturali a quelle con ammoniaca, oppure i semplici shampoo colorati che contengono comunque ingredienti che possono essere dannosi per l’ambiente, se smaltiti in modo non corretto. Andiamo a scoprire dove vanno buttati questi prodotti per non creare problemi alla natura.

Tintura, Capelli

Qualsiasi tipo di tintura, infatti, non può essere smaltita gettandola nel WC o nel lavandino o disperdendola nell’ambiente. Nel caso aveste dei dubbi controllare sulle confezioni per capire dove devono essere gettati i rifiuti e quindi non commettere errori nella differenziata.

Tinta per capelli: da cosa è fatta

Raccolta, Differenziata

Di solito la confezione della tintura contiene vari pezzi che potranno essere così smaltiti: confezione in cartone, nella carta, il foglio con istruzioni su come utilizzare la tintura, nella carta, i guanti in plastica, nella plastica, dopo averli risciacquati, il tubetto della tintura con apposito dosatore: va smaltito negli appositi cassonetti di raccolta dei farmaci scaduti oppure negli appositi contenitori che si trovano presso le stazioni ecologiche.

Se invece nel tubetto non c’è più tintura, si può risciacquare e smaltire nella plastica.
In ogni caso, sulla confezione della tintura è di solito indicato come smaltire correttamente tutto ciò che contiene.

Tintura per capelli: le regole da seguire.

Capelli, Tinta

In alcuni comuni comunque la procedura di smaltimento potrebbe essere molto agevolata, e si potrà smaltire il tubetto della tintura nell’indifferenziato.

Quindi per non commettere errori ci si può informare sulle regole del proprio comune e fare la cosa più corretta.

In ogni caso, sicuramente ciò che non si deve fare è smaltire la tintura che potrebbe essere ancora presente nel tubetto, nel WC o nel lavandino, perché questa è formulata con ingredienti assai tossici che possono inquinare le falde acquifere e portare anche alla morte di pesci e altri abitanti del mare.

In linea di massima il tubetto andrà nell’indifferenziato oppure smaltito negli appositi cassonetti di raccolta dei farmaci scaduti oppure negli appositi contenitori che si trovano presso le stazioni ecologiche.