Cosmetici in Cina: stop ai test obbligatori sugli animali

-
11/03/2021

La Cina ha deciso di intraprendere un percorso cruelty-free per quanto riguarda l’importazione di prodotti cosmetici. A partire dal 1° maggio 2021 infatti entrerà in vigore una nuova legge per cui non sarà più obbligatorio testare prodotti importati sugli animali prima di poterli mettere in commercio. Vediamo la situazione nel dettaglio.


makeup-brush-1761648_1920

La Cina è attualmente uno dei pochi paesi al mondo a richiedere in maniera obbligatoria i test sugli animali per i prodotti cosmetici di importazione. Se questi prodotti non vengono testati sugli animali, infatti, non possono essere approvati per la messa in commercio. Fortunatamente il vento sta cambiando: erano già alcuni mesi che si sentiva parlare di questa notizia, ma stavolta è definitivo! Dal 1° maggio 2021 i test sugli animali non saranno più obbligatori per i prodotti cosmetici non speciali di importazione.

Cina, addio all’obbligo di testare sugli animali i cosmetici importati

E’ ancora presto per cantare vittoria, ma si tratta di un passo molto importante. La rimozione di questo obbligo riguarderà prodotti generici come shampoo, bagnoschiuma, lozioni e trucchi per make up, che insieme costituiscono la parte più consistente del mercato cosmetico. Perciò possiamo affermare che stiamo andando sempre più incontro ai principi di sostenibilità in un settore molto importante.


Leggi anche: Pannelli fotovoltaici: tutto quello che c’è da sapere

makeup-1209798_1920

Questa rimozione riguarderà solo i prodotti non speciali, quindi non sono compresi prodotti per la colorazione dei capelli, per la permanente, anticaduta o prodotti per bambini. Anche i test post-vendita, richiesti espressamente dal consumatore, continueranno ad essere effettuati sugli animali.

Le parole di Troy Seidle

Troy Seidle, vicepresidente della ricerca e della tossicologia presso la Humane Society International, dichiara:

“Siamo ottimisti e pensiamo che finalmente anche la Cina in pochi anni possa scegliere la via del cruelty-free”.

La Humane Society International è attualmente una delle più grandi organizzazioni mondiali per la tutela dei diritti degli animali. Secondo le loro previsioni, questa nuova legge salverà centinaia di migliaia di vite animali.