Economia Circolare: Italia prima in Europa

-
31/03/2021

L’Italia per il terzo anno consecutivo si conferma essere il primo paese in Europa nel campo del riciclo. Questo è quanto si evince dal Rapporto nazionale sull’economia circolare in Italia 2021 preparato dal CEN e da Enea, e presentato negli scorsi giorni. Vediamo nello specifico i dettagli.

plastic-3577044_1920

Il terzo “Rapporto Nazionale sull’Economia Circolare in Italia 2021” redatto da CEN (Circular Economy Network) e Enea stabilisce che l’Italia, per il terzo anno consecutivo, si trova al primo posto in Europa nel campo del riciclo. Il CEN è la rete promossa dalla Fondazione per lo sviluppo sostenibile insieme a un gruppo di aziende e imprese. Sommando i punteggi dei vari settori di economia circolare, l’Italia è al primo posto con 79 punti, seguita da Francia (68), Germania e Spagna (65) e Polonia (54).

Economia circolare: Italia prima in classifica

Nel campo della produzione circolare il nostro Paese ha ottenuto un voto di 26 punti, distaccandosi di 5 punti dalla Francia. In termini di produttività delle risorse impiegate, siamo primi in classifica: si consideri che per ogni kg di risorsa consumata, otteniamo 3,3 euro di PIL contro la media europea di 1,98 euro.

Per quanto riguarda le energie rinnovabili impiegate rispetto al consumo totale di energia, purtroppo perdiamo il primato: infatti scendiamo al secondo posto con 18,2% dopo la Spagna (18,4%). Dietro di noi però ci sono Germania (17,4%), Francia (17,2%) e Polonia (12,2%).

earth-1987763_1920

Il riciclo del rifiuto urbano in Italia nel 2019 è stato del 46,9%, in linea con la media europea. Invece la percentuale di riciclo di tutti i rifiuti è del 68% e ci pone al primo posto contro una media europea del 57%. Il nostro tasso di utilizzo circolare di materia (19,3%) è stato superiore alla media europea, inferiore a quello della Francia (20,2%) ma superiore a quello della Germania (12,2%).

Sul fronte delle riparazioni e del riutilizzo, il nostro Paese è al terzo posto tra le cinque economie più importanti d’Europa, con 25.000 aziende che riparano beni elettronici e personali.