Economia Circolare: Italia prima in Europa

-
31/03/2021

L’Italia per il terzo anno consecutivo si conferma essere il primo paese in Europa nel campo del riciclo. Questo è quanto si evince dal Rapporto nazionale sull’economia circolare in Italia 2021 preparato dal CEN e da Enea, e presentato negli scorsi giorni. Vediamo nello specifico i dettagli.

plastic-3577044_1920


Il terzo “Rapporto Nazionale sull’Economia Circolare in Italia 2021” redatto da CEN (Circular Economy Network) e Enea stabilisce che l’Italia, per il terzo anno consecutivo, si trova al primo posto in Europa nel campo del riciclo. Il CEN è la rete promossa dalla Fondazione per lo sviluppo sostenibile insieme a un gruppo di aziende e imprese. Sommando i punteggi dei vari settori di economia circolare, l’Italia è al primo posto con 79 punti, seguita da Francia (68), Germania e Spagna (65) e Polonia (54).

Economia circolare: Italia prima in classifica

Nel campo della produzione circolare il nostro Paese ha ottenuto un voto di 26 punti, distaccandosi di 5 punti dalla Francia. In termini di produttività delle risorse impiegate, siamo primi in classifica: si consideri che per ogni kg di risorsa consumata, otteniamo 3,3 euro di PIL contro la media europea di 1,98 euro.


Leggi anche: Riciclo della plastica: perchè è cosi importante ?

Per quanto riguarda le energie rinnovabili impiegate rispetto al consumo totale di energia, purtroppo perdiamo il primato: infatti scendiamo al secondo posto con 18,2% dopo la Spagna (18,4%). Dietro di noi però ci sono Germania (17,4%), Francia (17,2%) e Polonia (12,2%).

earth-1987763_1920

Il riciclo del rifiuto urbano in Italia nel 2019 è stato del 46,9%, in linea con la media europea. Invece la percentuale di riciclo di tutti i rifiuti è del 68% e ci pone al primo posto contro una media europea del 57%. Il nostro tasso di utilizzo circolare di materia (19,3%) è stato superiore alla media europea, inferiore a quello della Francia (20,2%) ma superiore a quello della Germania (12,2%).

Sul fronte delle riparazioni e del riutilizzo, il nostro Paese è al terzo posto tra le cinque economie più importanti d’Europa, con 25.000 aziende che riparano beni elettronici e personali.