Efficienza pannelli solari 2022: la nuova piattaforma per le tecnologie fotovoltaiche

-
23/11/2022

Il NREL rende interattivo il celebre grafico delle più alte efficienze di conversione confermate per le celle solari, per un’ampia gamma di tecnologie fotovoltaiche. Una piattaforma web per conoscere l’efficienza dei pannelli fotovoltaici 2022. Andiamo a scoprire di cosa si tratta.

Fotovoltaico
Da anni il punto di riferimento per i progressi dell’efficienza dei pannelli fotovoltaici è il Best Research-Cell Efficiency Chart del National Renewable Energy Laboratory, grafico che riporta i passi avanti nel mondo della ricerca per un’ampia gamma di tecnologie fotovoltaiche.

La piattaforma sull’efficienza del fotovoltaico: cosa è

Piattaforma, Digitale
Dalle celle solari multigiunzione a quelle basate su tradizionale silicio cristallino, dai film sottili in CIGS o CdTe alle emergenti in perovskite o punti quantici. Il lavoro del NREL tiene traccia di tutte le evoluzioni tecniche e gli incrementi nell’efficienza di conversione dal 1976 a oggi.

Strumento prezioso per le aziende e il mercato solare in generale, il lavoro mostra un trend in continuo miglioramento con un un apice raggiunto per ora dalle celle solari tandem a quattro giunzioni: il dispositivo, realizzato dagli stessi ricercatori del NREL, vanta un 47,1% di efficienza ad una concentrazione di 143 soli.

Senza concentrazione, invece, il risultato migliore appartiene ad una cella a tripla giunzione (39,46%), sempre del NREL. I rendimenti dei vari prodotti vengono misurati, infatti, da centri di test indipendenti e per guadagnare un posto in classifica devono rappresentare un record per la propria categoria.

I dati sull’efficienza del fotovoltaico

Fotovoltaico
Fino a ieri, le informazioni disponibili erano limitate alla resa di una cella e al nome del suo produttore, e potevano essere scaricate solo in formato PDF. Ma oggi il Laboratorio fa un passo avanti rendendo il Best Research-Cell Efficiency Chart interattivo: lo strumento darà la possibilità di creare grafici personalizzati incentrati su specifiche tecnologie o precisi periodi di tempo. Gli utenti potranno anche approfondire i dati che si “celano” dietro i molti punti della tabella, andando oltre la semplice efficienza dei pannelli fotovoltaici.

È lo stesso Nikos Kopidakis, un fisico del NREL che supervisiona lo strumento a spiegarlo:

“C’è molto di più della semplice efficienza di una cella solare. C’è la corrente, la tensione di uscita e altri dati, compreso il nome di chi ha creato la cella. Nella maggior parte dei casi, ora puoi passare il mouse e un pop-up mostra i parametri aggiuntivi. È più informativo”.