Elettrovalvole: cosa sono e funzionamento

-
01/04/2021

Un’elettrovalvola è un dispositivo elettromeccanico che permette o blocca un flusso di acqua, liquidi o aria in base all’azione di un segnale elettrico. In pratica, si tratta di una sorta di rubinetto costituito da un solenoide, ovvero un elettromagnete, che genera un campo magnetico e muove una membrana, al fine di aprire o chiudere il passaggio del fluido. Vediamo insieme come funzionano.


irrigation-5296006_1920

Le elettrovalvole possono differenziarsi in base ai punti di collegamento al circuito (vie) e alla possibilità di regolare il flusso e la portata Il funzionamento si basa sulla differenza di pressione esercitata sulla membrana stessa che favorisce o impedisce il passaggio dell’acqua. Un’elettrovalvola per acqua si utilizza ad esempio negli impianti di irrigazione, per controllare i flussi d’acqua verso i diversi punti di fuoriuscita.

Elettrovalvole: utilizzi e vantaggi

washing-machines-3947223_1920


Leggi anche: Il campo magnetico terrestre si sta invertendo: e adesso?

Le valvole a solenoide vengono utilizzate per distribuire o miscelare i fluidi. Sono presenti nei sistemi di irrigazione ma anche negli impianti di riscaldamento, di produzione di acqua calda e negli elettrodomestici come lavastoviglie e lavatrice. Per garantire la perfetta funzionalità di un’elettrovalvola è bene che l’acqua contenga una minima percentuale di impurità.

A tal proposito si consiglia di montare un filtro autopulente al punto di ingresso o sulla membrana stessa, per garantire il corretto funzionamento anche in caso di acqua non proprio pulita. Inoltre, si consiglia di smontarla periodicamente per liberarla da sabbia e detriti e eventualmente sostituirla.

Alcune valvole possono essere azionate anche in assenza di energia elettrica grazie ad un comando manuale. In questo modo si evita il rischio di fuoriuscita accidentale di acqua, ad esempio durante le operazioni di manutenzione. In alcuni casi può essere utile la presenza di un regolatore di flusso per evitare brusche variazioni di pressione, e relativi danni alle tubature.

Elettrovalvole: principali vantaggi

I principali vantaggi dovuti all’uso di questo tipo di dispositivi sono la rapidità, l’affidabilità e la possibilità di automatizzare il funzionamento. Un’altra particolarità delle elettrovalvole è quella di essere programmabili sia direttamente che via cavo o in alcuni casi via radio: questo sistema permette di azionare un impianto di irrigazione le cui valvole siano situate a distanza una dall’altra e prive di alimentazione elettrica.


Potrebbe interessarti: Centrali idroelettriche: come funzionano