Eliminare virus e batteri con l’alta disinfezione ambientale

-
27/09/2019

Eliminare virus e batteri con l’alta disinfezione ambientale

L’attenzione all’igiene non è mai stata elevata come in questo periodo. Il motivo è sotto gli occhi di tutti: mai ci eravamo trovati, dal dopoguerra fino ai giorni nostri, in una situazione socialmente così anomala, rimanendo per mesi chiusi in casa senza poter uscire e vedere nessuno. Certo, ciò che è accaduto in passato era molto diverso e, ad essere onesti, ai tempi c’erano i bombardamenti, si pativa la fame e c’erano enormi difficoltà a reperire anche semplicemente i beni di prima necessità.


Oggi, invece, ci siamo trovati nel pieno di una emergenza sanitaria, abbiamo dovuto mantenere le distanze interpersonali per contenere il contagio da coronavirus e, di conseguenza, abbiamo dovuto porre una attenzione nettamente superiore a quella standard nei confronti dell’igiene personale – lavandoci le mani molto più spesso o con molta più cura – e a quella degli ambienti in cui ci troviamo, siano essi casalinghi o lavorativi. Trattandosi di un virus nuovo  e tendenzialmente ancora poco conosciuto, neanche i più esperti, all’inizio, potevano avere certezza di quanto rimanesse nell’aria e sulle superfici, proprio per questo l’unica soluzione ragionevole è quella di prenderci cura di noi e degli ambienti sanificandoli in modo da eliminare ogni forma di virus e batteri.

Siamo entrati in fase 2

Dopo mesi di lockdown, ci stiamo lentamente incamminando verso un progressivo ritorno alla normalità. Come è giusto che sia, dobbiamo essere estremamente prudenti e mantenere alta la guardia per evitare che la curva dei contagi risalga rapidamente rendendo vani i nostri sacrifici. Riapriranno tutte quelle attività che in questo periodo non hanno avuto la possibilità di lavorare, neanche in smart working: pensate alle attività di ristorazione – come pub, bar, ristoranti e pizzerie – o ai parrucchieri ed ai centri estetici, solo per fare degli esempi. Si tratta di quegli esercizi in cui la presenza fisica è un elemento fondamentale per la fruizione del servizio.

Ora, mantenendo la distanza di almeno un metro e continuando a indossare le mascherine e tutti i dispositivi di protezione individuale, possiamo ritornare nei luoghi aperti al pubblico, ovviamente evitando assembramenti.

La disinfezione degli ambienti

Per questi luoghi è necessario, oggi più che mai, un livello di attenzione all’igiene estremamente elevato con l’utilizzo di prodotti specifici e, magari, rivolgendosi a dei professionisti in grado di guidarci con competenza e consigliarci adeguatamente nella loro scelta. Batteri e microbi sono infatti in grado di sopravvivere anche molto a lungo nell’aria e sulle superfici sulle quali vanno a depositarsi.

La normale pulizia quotidiana, quella che effettuiamo anche nelle nostre abitazioni, non è sufficiente in casi come questo. La perfetta pulizia e disinfezione ambientale si può raggiungere grazie ad nuova tecnologia fondata sulla nebulizzazione dell’acqua e del biocida disinfettante a base di perossido di idrogeno stabilizzato (H2O2). Quest’ultimo viene utilizzato grazie alla sua atomizzazione nell’ambiente in micro particelle, le quali sono in grado di arrivare in tutte le zone di un locale, anche in quelle difficilmente raggiungibili con la normale pulizia manuale, arrivando ad un livello di disinfezione completo e ottimale di tutto l’ambiente.