Frutta e verdura di stagione: Marzo

-
01/03/2021

A marzo, dopo mesi di cavoli, finalmente la tavola torna a colorarsi un po’! Da questo mese infatti possiamo celebrare l’arrivo della primavera con una serie di primizie dell’orto e non solo. Scopriamo insieme quali sono i prodotti ortofrutticoli di stagione a marzo.

asparagus-3440348_1920


Marzo è il mese in cui lentamente iniziano a vedersi i primi segni della primavera in arrivo. La tavola inizia a colorarsi un po’ grazie ai prodotti dell’orto, le ricette iniziano ad essere più varie e fresche, ma è ancora un buon periodo per godersi i prodotti ortofrutticoli tipici della stagione invernale.

Marzo: prodotti ortofrutticoli di stagione

Tra le verdure di stagione nel mese di marzo, troviamo ancora broccoli, cicoria catalogna, verza, cavoli, spinaci e bietola a coste. Altri ortaggi da poter consumare sono finocchi, ravanelli, porri, carote, lattuga, patate novelle, asparagi e carciofi. Questi ultimi due in particolare sono gli ortaggi marzolini per eccellenza, che segnano proprio l’arrivo della bella stagione, insieme agli agretti (o barba di frate).


Leggi anche: Frutta e verdura del mese di Gennaio

I carciofi sono un alimento molto prezioso, dalle proprietà depurative. Gli asparagi, che possono essere coltivati o selvatici, sono un altro alimento tipico della stagione primaverile. Unica controindicazione degli asparagi è la presenza di acido urico, che rende il loro consumo sconsigliato a chi soffre di infiammazioni renali.

Frutta di stagione a Marzo

cross-sections-863072_1920

Per quanto riguarda la frutta, marzo è ancora un mese ideale per godersi la vasta varietà di agrumi disponibili. In particolare, alcune varietà di mandarini tardivi sono di stagione in questo periodo, così come pompelmi e cedri. Anche limoni e arance possono essere acquistate di buona qualità.

Inoltre, nel carrello della spesa non possono mancare mele, pere e kiwi. A marzo iniziano già a vedersi le prime fragole sui banconi del supermercato o dal fruttivendolo, che però nella maggior parte dei casi vengono dall’estero, pertanto sarebbe meglio aspettare ancora un po’ per poterne gustare di locali.